“Lavoro agile” al Miur, bando selezione 26 unità di personale. Si lavorerà per 5 giorni lontano dalla sede fisica

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il Miur, con decreto n. 487 del 29 marzo 2018, ha pubblicato un Bando per la sperimentazione di progetti pilota di lavoro agile all’interno dell’Amministrazione centrale del MIUR.

PERSONALE DA SELEZIONARE

Il bando è volto a selezionare un contingente massimo di 26 unità di personale, da ammettere alla fase pilota di lavoro agile.

Le 26 unità corrispondono al 10% del personale in servizio presso la:

 Direzione Generale per le risorse umane e finanziarie;
 Direzione Generale per i contratti, gli acquisti e per i sistemi informativi e la statistica.

REQUISITI E MODALITÀ

Il dipende può eseguire la prestazione di lavoro agile, soltanto se:

  • è possibile delocalizzare, almeno in parte, le attività che gli sono
    assegnate, senza che sia necessaria la costante presenza fisica
    nella sede di lavoro;
  • è possibile utilizzare strumentazioni tecnologiche idonee allo
    svolgimento della prestazione lavorativa al di fuori della sede di
    lavoro;
  • è possibile organizzare l’esecuzione della prestazione lavorativa
    nel rispetto degli obiettivi prefissati ed in piena autonomia;
  • è possibile monitorare e valutare i risultati delle attività a lui
    assegnate, che opera in condizioni di autonomia, rispetto agli
    obiettivi programmati.

Il personale ammesso alla sperimentazione del lavoro agile può svolgere
la prestazione lavorativa al di fuori della sede di lavoro, anche senza fornitura di strumenti e connessioni da parte dell’Amministrazione, per
un massimo di 5 giorni al mese, che possono essere innalzati a 8, sempre in accordo con il superiore gerarchico.

ISTANZE PARTECIPAZIONE

Le domande di partecipazione vanno presentate dagli interessati secondo il format appositamente predisposto e di seguito allegato.

All’Istanza è necessario allegare:

– il progetto individuale di lavoro agile, redatto secondo il format
(allegato 2), e nel rispetto degli elementi indicati all’articolo 9 della
direttiva;
– la scheda di programmazione dell’attività individuale in modalità di
lavoro agile, redatta secondo il format (allegato 3), con l’indicazione
dei risultati attesi, che saranno oggetto di monitoraggio ai sensi di
quanto previsto dall’articolo 6 del presente bando.

Il Direttore Generale, in base alle esigenze organizzative e funzionali della Direzione, trasmette le istanze all’indirizzo di posta elettronica [email protected] e agli interessati, entro 15 giorni dalla pubblicazione del bando.

bando e allegati

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione