Lavori gravosi, Snals: va esteso a tutto il personale della scuola

Stampa

Snals – La commissione di studio per l’individuazione dei lavori gravosi ha esteso a 203 le mansioni gravose; i lavoratori che le svolgono potrebbero beneficiare di anticipi per il collocamento a riposo nell’ambito delle norme che saranno inserite nella prossima legge finanziaria.

Nelle nuove mansioni riconosciute come gravose dovrebbero rientrare anche le maestre e i maestri delle scuole primarie, che andrebbero ad aggiungersi agli insegnanti delle scuole dell’infanzia e agli educatori degli asili nido già presenti nell’elenco delle attuali 15 categorie.

Lo Snals-Confsal considera positivamente i risultati dello studio svolto dalla Commissione.

Nello stesso tempo ritiene che anche i docenti degli altri ordini e gradi di scuola dovrebbero essere ricompresi nei lavoratori con attività gravose, anche in relazione alle mutate condizioni di svolgimento della professione docente, sempre più esposta a stress derivanti anche dall’uso delle nuove tecnologie con tutti i rischi connessi.

Lo Snals-Confsal si impegnerà a proporre gli opportuni emendamenti alla legge finanziaria affinché tutto il personale della scuola trovi il giusto riconoscimento della gravosità del lavoro svolto nei diversi percorsi formativi dei cicli di studio.

Lavori gravosi, ci sono anche i docenti di scuola primaria e i collaboratori scolastici nella nuova lista: per loro possibile pensione anticipata

Stampa

Acquisisci 6 punti con il corso Clil + B2 d’inglese. Contatta Eurosofia per una consulenza personalizzata