Lavoratori pulizie, ci sono “furbetti” nelle graduatorie. Gallo: presentate i ricorsi, andremo avanti con assunzioni

Stampa

L’onorevole Luigi Gallo, presidente della Commissione Cultura alla Camera, con un video su Facebook, aggiorna sulle assunzioni dei lavoratori di pulizia.

Le problematiche principali registrate sono legate: al calcolo degli anni di servizio, al riconoscimento delle aspettative dei lavoratori, e infine ci sono i furbetti, quelli che senza titolo hanno provato ad entrare in graduatoria.

Le assunzioni avverranno dal 1° marzo, ma la procedura dovrà essere ancora seguita e passerà ai dirigenti scolastici“.

Gallo chiede che si continuino a segnalare eventuali anomalie e produrre i ricorsi presso gli Uffici scolastici regionali. “C’è chi ha fatto il furbetto nella procedura e sta sottraendo la dignità a un lavoratore vero degli appalti di pulizie, che non deve essere fregato. Solo con l’unione possiamo riuscire a isolare qualsiasi operazione furba“, ha concluso Gallo.

Ricordiamo che la presa di servizio dovrà avvenire per tutti i lavoratori dal 2 marzo, essendo il 1° marzo una domenica. Alcuni Uffici scolastici stanno annullando le convocazioni degli aspiranti a causa dei provvedimenti adottati nelle ultime ore per l’emergenza del coronavirus. Potrebbero arrivare delle soluzioni alternative come per esempio le convocazioni telematiche. Per questo è importante seguire i siti degli Ambiti territoriali di proprio interesse.  (Aggiornamento Assunzioni lavoratori pulizie Veneto: convocazioni telematiche per emergenza coronavirus)

I lavoratori saranno assunti nel profilo professionale del collaboratore scolastico secondo le mansioni e lo stipendio previsto dal CCNL.

 

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur