Lavoratori fragili inidonei, dal 1° marzo soggetti a malattia ordinaria. Serafini (Snals): serve proroga norma a tutela

Stampa

“Da oggi, 1° marzo, i lavoratori fragili inidonei e perciò soggetti a malattia d’ufficio si trovano nuovamente in regime di malattia ordinaria con tutte le conseguenze derivanti. E’ necessario che il legislatore intervenga con una proroga urgente delle norme già esistenti”

Li dichiara Elvira Serafini, Segretario Generale dello Snals-Confsal, in una nota.

Come è noto, per l’anno in corso era stato stabilito che nell’intervallo temporale dal 1° gennaio al 28 febbraio 2021 valesse l’equiparazione del periodo di assenza dal servizio al ricovero ospedaliero per i lavoratori fragili.

“Senza una proroga ci saranno ripercussioni sul computo dei giorni di malattia dei lavoratori” precisa Serafini. La scuola, in questo periodo, ha bisogno di certezze e non di ulteriori elementi di criticità”.

Stampa

Graduatorie terza fascia ATA: incrementa il punteggio con le offerte Mnemosine, Ente accreditato Miur