Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Lavorare dopo la pensione riduce l’assegno previdenziale?

WhatsApp
Telegram

Lavorare dopo il pensionamento non solo è consentito dalla maggior parte delle misure ma non comporta neanche una riduzione della pensione ricevuta.

In molti casi dopo il pensionamento si pensa di tornare in servizio ma la preoccupazione principale, in questo caso, sono i possibili effetti sul trattamento pensionistico. Rispondiamo alla domanda di un nostro lettore che ci chiede:

Ho compiuto 67 anni il 03/09/2022 dal 01/09/2022 sono in pensione con circa 40 anni di contributi, per mancanza di insegnanti mi offrono una supplenza di 10 ore  fino al 30 giugno 2023 in  un Istituto  Tecnico, vorrei sapere se avrò una riduzione della pensione.

Lavoro dopo pensione

Con l’esclusione di quota 100, quota 102 e quota 41, tutte le altre pensioni consentono il cumulo dei redditi da lavoro con quelli da pensione. E questo significa che se il pensionato torna ad esercitare attività lavorativa dopo il pensionamento non avrà alcuna decurtazione dell’assegno.

Tornare a lavorare dopo la pensione, con l’eccezione delle misure sopra menzionate, non comporta una riduzione della pensione. Il cumulo è totale ed è perfettamente consentito. Il pensionato che lavora, quindi, potrà ricevere l’intero importo della propria pensione sommato all’intera retribuzione spettante.

L’unica cosa da prendere in considerazione in caso di doppio reddito è la tassazione. L’IRPEF da pagare, infatti, sarà determinato dal cumulo dei redditi. E questo potrebbe comportare anche uno slittamento nello scaglione di redditi successivi che porterebbe all’applicazione di una aliquota IRPEF superiore. Se si esclude, quindi, la tassazione che è dovuta sia sulla pensione che sul reddito da lavoro, non c’è alcuna penalizzazione economica nel tornare a lavorare dopo il pensionamento.

 

WhatsApp
Telegram
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

TFA sostegno VIII ciclo: Scegli il corso di preparazione di Eurosofia a cura del Prof. Ciracì e dell’Avv. Walter Miceli che prepara a tutte le prove