Lauree ammesse al bando per navigator: gli elenchi Inps e i riferimenti legislativi di titoli equivalenti

di Consulente Fiscale

item-thumbnail

Concorso Anpal navigator: polemiche per l’esclusione di scienze della comunicazione e altre lauree dall’elenco dei titoli ammessi

Nel leggere questo articolo non sono convinta dell’interpretazione data al passaggio del bando sulle equipollenze.

Ovvero siano in possesso di altra laurea equiparata o equipollente sulla base dell’esperienza vigenti disposizioni normative”  […]
Mi sembrerebbe che ad esempio una laurea in scienze della comunicazione come da decreto interministeriale 21 dicembre 1998 risulta equipollente a scienze politiche e sociologia (vecchio ordinamento) che come dal decreto ministeriale 2009 sono equipollenti ai titoli in scienze della politica o sociologia e ricerca sociale espressamente menzionate dal bando
Grazie x l’attenzione“.

Ci hanno scritto in molti per chiederci se una specifica laurea potesse essere considerata equivalente o equipollente ai fini dei titoli per l’ammissione al bando Anpal per navigator. Tra i dubbi più frequenti quelli, come nel caso di cui sopra, dei laureati in scienze della comunicazione o in relazioni internazionali (LM-52). 

Il bando per il concorso Navigator all’articolo 3 riporta l’elenco delle lauree che danno diritto a fare domanda. Si specifica inoltre che sono ammesse le lauree equivalenti ed equipollenti, anche se conseguite all’estero. Purtroppo sul punto le interpretazioni non sono sempre unanimi e per alcuni laureati non è facile comprendere se il titolo conseguito è ammesso oppure no.

Il Miur indica i riferimenti per verificare equipollenza ed equivalenza.

Consultando i suddetti riferimenti legislativi sembrerebbe quindi da ammettere la possibilità di partecipare al concorso per i laureati in scienze della comunicazione visto che, da tabella relativa alle equipollenze di titoli del vecchio ordinamento qui riportata, è equiparata a scienze politiche.

In caso di presentazione della domanda e superamento del concorso, spetta al candidato l’onere di dimostrare l’equipollenza del titolo con una delle lauree ammesse. Nel caso della laurea in scienze della comunicazione, come da tabella, il riferimento legislativo sarebbe al Decreto Interministeriale 21 dicembre 1998 (Gazzetta Ufficiale del 30 gennaio 1999, n. 24). Se la propria laurea non è nella tabella riportata non può essere ammessa al concorso.

 

Invia il tuo quesito a [email protected]

I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio

Versione stampabile
Argomenti: