Lauree abilitanti, un accesso diretto al lavoro. M5S: opportunità in più ai giovani, eliminano ostacoli

Stampa

“Il DDL approvato ieri dal consiglio dei Ministri è un serio passo in avanti dal punto di vista della semplificazione nell’accesso alle professioni di odontoiatra, farmacista, veterinario e psicologo”. così Vittoria Casa (M5S), Presidente Commissione Cultura Scienza e Istruzione commenta l’approvazione del DDL sulle lauree abilitanti. 

In particolare, il nuovo modello di abilitazione si applicherà alle lauree magistrali a ciclo unico in Odontoiatria e protesi dentaria, in Farmacia e farmacia industriale, in Medicina veterinaria, in Psicologia. Queste classi di laurea conferiranno l’abilitazione all’esercizio delle professioni, rispettivamente, di odontoiatra, farmacista, veterinario e psicologo.

Le lauree professionalizzanti in professioni tecniche per l’edilizia e il territorio, in professioni tecniche agrarie, alimentari e forestali, in professioni tecniche industriali e dell’informazione, abiliteranno all’esercizio delle professioni, correlate ai singoli corsi di studio, di geometra laureato, agrotecnico laureato, perito agrario laureato e di perito industriale laureato.

“Si tratta di una cruciale linea d’intervento che va il più possibile ampliata – prosegue l’On. Casa – Occorre, come peraltro previsto dal decreto, che altri ordini professionali si attivino e, in concorso con i ministeri competenti, definiscano percorsi diretti di accesso al lavoro.

“La ripresa post covid19 – conclude la Presidente – avrà bisogno di energie fresche, di giovani che hanno studiato anni e che devono poter entrare senza altri indugi nel mondo del lavoro. Finalmente il tema delle professioni diventa un tema aperto”.

Melicchio (M5s): eliminano ostacoli inutili

“Rendere abilitanti alcune categorie di laurea significa rimuovere un inutile ostacolo all’ingresso dei giovani nel mondo del lavoro, dunque contribuisce a sanare uno dei problemi più gravi del nostro sistema universitario”. Così Alessandro Melicchio, deputato del MoVimento 5 Stelle in commissione Cultura.

“Non possiamo che essere soddisfatti del testo del ddl approvato nelle scorse ore in Cdm”, prosegue il deputato: “da mesi, in Parlamento, chiedevamo al Governo di estendere quanto fatto per i medici ad altri titoli universitari abilitanti alla professione, in primis ai farmacisti, figure professionali fondamentali sempre, e in particolare durante l’emergenza sanitaria. Il risultato ottenuto sul ddl premia il nostro impegno, includendo in questa riforma anche le categorie di odontoiatri, farmacisti, veterinari, psicologi, geometri, agrotecnici, periti agrari e periti industriali”.

“L’Italia è in una fase critica della sua storia ma anche densa di opportunità, prima tra tutte quella di ripensare seriamente il sistema Paese partendo dai giovani. Oltre a formarli, dobbiamo fare in modo che dopo il percorso di studi abbiano uno sbocco professionale il più semplice e veloce possibile. Non potevamo aspettare oltre per questa importante riforma, ora ci auguriamo un iter legislativo positivo e spedito del disegno di legge”, conclude Melicchio.

Lauree Odontoiatria, Psicologia, Veterinaria e Farmacia abilitanti: disegno di legge approvato. Manfredi “Si semplifica accesso a professioni”

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia