Laureati in Psicologia dovrebbe avere precedenza nelle supplenze su sostegno. Lettera

Stampa
ex

Giovanna Meini – Sono una Dsga di una scuola e madre di un ragazzo con laurea in psicologia (conseguita con il massimo dei voti), che nel corso di studi più specificamente psicologico non dà accesso ad alcuna materia diinsegnamento.

Poichè constato che nelle scuole attualmente il numero dei
docenti di sostegno con titolo è insufficiente per cui si ricorre agli
elenchi di aspiranti che sono inclusi in qualsiasi disciplina, anche di
materie tecniche come gli I.T.P. con solo diploma: ragioneria, maestro
d’arte,  periti elettrici, ecc. privi spesso di competenze specifiche
per il sostegno e presumibilmente motivati all’acquisizione di un
punteggio per la propria disciplina, chiedo se non sarebbe più sensato,
dare la possibilità di insegnare direttamente sul sostegno ai laureati in
psicologia a vantaggio anche e soprattutto dello studente con handicap e
del gruppo/classe.

Stampa

Eurosofia, scopri un modo nuovo e creativo per approcciarti all’arte: “Il metodo del diario visivo” ideato da Federica Ciribì