L’attivista Iacopo Melio positivo al Covid-19: “Non esco da un anno, ciò significa che può capitare a chiunque”

Stampa

“Sono positivo al Covid”. Lo annuncia su Facebook il consigliere regionale del Partito democratico Iacopo Melio. “Lo scrivo – precisa- perché devo inevitabilmente annullare ogni impegno, e per motivare la mia assenza nel prossimo periodo, si spera breve”.

Melio attivista per i diritti umani, disabile, è costretto per motivi di salute a restare a casa dall’inizio della pandemia. Una cautela che non è bastata a risparmiargli il contagio. E proprio per questo si sente di mandare un messaggio di avvertimento: “Se mi sono ammalato io che non esco da un anno, e che vivo in una famiglia estremamente attenta e isolata dagli altri – aggiunge- significa che davvero può capitare a chiunque”.

Il consigliere e attivista ha iniziato ad accusare i primi sintomi, con grosse difficoltà respiratorie venerdì. Dopo un controllo in ospedale, che aveva dato un buon responso sulle condizioni cliniche, e un tampone molecolare negativo è tornato a casa. Lunedì, però, si è ammalato il padre. Subito dopo Iacopo Melio ha rifatto il test risultando stavolta positivo.

“Ad oggi – riferisce – ho tanta stanchezza e debolezza, mal di testa e mal di gola, sinusite, sensazione di febbre, ma soprattutto un grande affanno e difficoltà respiratoria, nonostante non abbia molta tosse (e su questo incrociato e incrociate pure le dita dei piedi insieme a me)”.

Il consigliere si rivolge ai suoi contatti, chiedendo di stargli vicino: “Se credete dite una preghiera per me: se non credete inviatemi energie positive. Insomma, fate come preferite basta che mi pensiate un po’ perché non è facile, e lo sapete”.

Tuttavia non rinuncia a un messaggio di ottimismo: “Passerà, Arriverà un anno migliore, sicuramente, per tutti”.

Stampa

Didattica inclusiva attraverso alcune figure del mito greco. Corso online riconosciuto dal Ministero dell’istruzione