L’ASL impone il trasferimento di 13 “classi pollaio” in un liceo di Cecina (LI)

di Giulia Boffa
ipsef

Giulia Boffa – Smacco alle classi pollaio in un liceo di Cecina, in provincia di Livorno. 

Giulia Boffa – Smacco alle classi pollaio in un liceo di Cecina, in provincia di Livorno. 

L’ASL 6 ha imposto lo spostamento di 13 classi al liceo "Fermi", perché sono state sistemate in spazi “risicati” e per la legge non è consentito. Infatti l’aula della IA è ampia 49,29 metri quadrati e può accogliere al massimo 25 alunni invece dei 31 attuali; la legge infatti impone che ci siano almeno 1,96 metri quadrati per studente.
 
La denuncia all’ASL è partita dal rappresentante dei lavoratori per la sicurezza del liceo, Danilo Fiore, che ha chiesto la verifica dello spazio per studente di alcune classi. L’ASL ha effettuato il sopralluogo, tramite le strutture congiunte dell’igiene pubblica e della medicina del lavoro, ed ha inviato il suo resoconto alla presidenza del liceo, nel quale si legge che l’ASL «ritiene opportuno provvedere con sollecitudine dove il numero delle presenze sia superiore al consentito».
 
La preside Rocchi ha deciso lo spostamento di intere sezioni, usando tutti gli spazi disponibili inclusi i laboratori, a partire dal prossimo gennaio.
Versione stampabile
anief anief
soloformazione