L’appello di Novara ai docenti: “Basta con gli spiegoni da ascoltare, favorite la collaborazione tra gli alunni”

WhatsApp
Telegram

In un contesto educativo in rapida evoluzione, Daniele Novara, pedagogista e direttore del Centro psicopedagogico per l’educazione e la gestione dei conflitti, sottolinea, in un’intervista a La Repubblica, un preoccupante aumento dell’ansia tra i giovani, attribuibile a un modello scolastico basato sulla competizione anziché sull’apprendimento.

Novara critica la scuola contemporanea per la sua enfasi sulla competizione, sottolineando che “si impara solo sbagliando”. Il pedagogista evidenzia come la paura di sbagliare, alimentata da test come le prove Invalsi, ostacoli l’apprendimento e aumenti l’ansia tra gli studenti. Secondo Novara, la soluzione risiede in un cambiamento metodologico nell’approccio all’istruzione.

Gli insegnanti possono svolgere un ruolo cruciale nel contrastare questa tendenza, promuovendo un ambiente di apprendimento basato sulla cooperazione e l’esperienza pratica. Novara propone di allontanarsi dai tradizionali “spiegoni” e incoraggiare le visite a monumenti e musei per materie come la storia dell’arte, rafforzando così l’apprendimento esperienziale.

Per quanto riguarda il ruolo dei genitori, Novara sottolinea l’importanza di sviluppare l’autonomia nei bambini, citando il suo libro “Educati e felici”. Suggerisce tappe specifiche nello sviluppo, come vestirsi da soli o dormire senza i genitori, e sottolinea i pericoli dell’eccessiva dipendenza da dispositivi digitali.

Un altro problema sollevato da Novara è l’uso delle chat di gruppo tra i genitori, spesso fonte di disagio e confusione. Il pedagogista propone che le scuole utilizzino questi strumenti in modo più strutturato, limitando le discussioni promiscue e focalizzandosi su comunicazioni unidirezionali.

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri