L’agricoltura offre lavoro e gli agrari vedono un boom di iscrizioni

di Giulia Boffa
ipsef

In agricoltura il lavoro c’è sia per chi vuole intraprendere con idee innovative il percorso imprenditoriale sia per chi vuole trovare un’occupazione.

In agricoltura il lavoro c’è sia per chi vuole intraprendere con idee innovative il percorso imprenditoriale sia per chi vuole trovare un’occupazione.

Nell’ultimo anno, c’è stato un aumento record del 29 % delle iscrizioni negli istituti professionali agricoli e del 13% negli istituti tecnici di agraria, agroalimentare ed agroindustria (fonte Coldiretti su dati dati relativi alle iscrizioni al primo anno delle scuole secondarie di II grado statali e paritarie per l’anno scolastico 2012/2013 divulgati dal Ministero dell’ Istruzione, dell’Università e della Ricerca).

Secondo Coldiretti i giovani tra 18 e 24 anni preferirebbero gestire un agriturismo piuttosto che fare l’impiegato in banca (23%) o anche lavorare in una multinazionale (19%) ma visti i tempi difficili per chi cerca un lavoro quasi 1 su 4 accetterebbe (23%) un posto da spazzino, il 27% entrerebbe in un call center ed il 36% farebbe il pony express. Per chi ha scelto invece un percorso agrario, agroalimentare o agroindustriale il cammino sarà – si spera – diverso: saranno tra quel 30% di giovani “fortunati” destinati a fare un lavoro totalmente coerente con i loro studi, e non saranno costretti per necessitò riciclarsi o adattarsi ad altri percorsi.

A questo proposito Coldiretti ha lanciato, proprio in questi giorni, la banca dati di aziende agricole che assumono alla quale potrà attingere quel 68% dei giovani che, secondo l’organizzazione agricola, vorrebbe lavorare in agricoltura anche magari solo nel periodo estivo o della vendemmia. I settori su cui puntare sono i più diversi, le parole d’ordine sono sempre più “diversificare” e “filiera agricola”.

A guidare i giovani che vogliono intraprendere questo percorso Coldiretti ha introdotto anche la figura dei tutors pronti, davanti ad un caffè, a raccontare l’esperienza di vita che li ha trasformati da studenti in imprenditori.

Versione stampabile
soloformazione