L’affondo di Pittoni: “Troppi compiti a casa, sono un incubo che avvelena le giornate di alunni e genitori”

WhatsApp
Telegram

Il Responsabile del Dipartimento Istruzione della Lega, Mario Pittoni, ha affermato che a scuola è necessario trovare un equilibrio tra la realizzazione di progetti e lo sviluppo del programma, senza scaricare queste responsabilità sulle famiglie attraverso compiti a casa.

Pittoni ha osservato che in molti casi i compiti a casa sono diventati un incubo per studenti e genitori, portando a comportamenti poco corretti.

Pittoni propone che i compiti vengano svolti il più possibile in classe, al fine di non penalizzare gli studenti che non possono essere adeguatamente seguiti a casa. L’esponente della Lega, in una nota, sottolinea la mancanza di dibattito su questo argomento nel nostro paese, nonostante la quasi totalità degli studenti sia costretta a svolgere compiti dopo l’orario scolastico, spesso assegnati senza tenere conto dei compiti dati dagli insegnanti di altre materie.

Inoltre, secondo i sondaggi, la metà degli studenti ammette di non essere sempre onesta riguardo ai compiti, copiando abitualmente almeno una parte di essi. Pittoni conclude sottolineando l’importanza di un dibattito sul ruolo dei compiti a casa nell’educazione degli studenti.

WhatsApp
Telegram

Concorso docenti 2024/25, bando a novembre: cosa studiare e come prepararsi. Corso di formazione, libro “Studio rapido” e simulatore per la prova scritta