La vergogna dell’accorpamento delle classi. Lettera

Stampa
ex

Inviato da Corrado Limongi – Mentre ti stai preoccupando di raggiungere i ragazzi più solitari e bisognosi di parole e cose ,

mentre ti preoccupi di accompagnare i docenti che praticamente hanno imparato, in una settimana, un nuovo lavoro , ( a dimostrazione che il corpo docente è una ricchezza intellettuale infinita per la nostra società e dovrebbe essere non solo più remunerato ma anche più presente come classe dirigente del Paese ) , mentre ti preoccupi, con la protezione civile e le forze dell’ordine, di inviare libri e computer agli studenti, ebbene , mentre fai tutto questo e tanto altro , rispondi ai monitoraggi ministeriali , predisponi gli acquisti dei dispositivi di sicurezza , distanziatori , disinfettanti , ecc ecc., il ministero dell’istruzione che fa ? Taglia il numero delle classi, le accorpa , e ti assegna per il 1 settembre 2020 classi di 29/ 30 alunni , anche con la presenza di disabili .

Ti cadono le braccia ma non la ragione , la ragione non cade , rimane a farti comprendere che sono tutte chiacchiere quelle che si sentono in Tv , sono tutte menzogne le interviste sui giornali, sono tutte elucubrazioni con il vizio dell’opportunismo politico.

La verità è questa , purtroppo, la scuola vale come passatempo per la propaganda quotidiana , ma le classi sono di 30 alunni , alla faccia del distanziamento , con le aule e gli edifici che abbiamo.
La scuola soffoca tra propaganda e burocrazia ministeriale, manca il respiro, mentre i problemi crescono.

Stampa

Graduatorie terza fascia ATA: incrementa il punteggio con le offerte Mnemosine, Ente accreditato Miur