La Toscana stanzia10 milioni contro la dispersione scolastica

WhatsApp
Telegram

Sono state approvate le graduatorie di due avvisi pubblici per la realizzazione di percorsi di IeFP (Istruzione e Formazione Professionale) rivolti ai giovani tra i 16 e i 18 anni che hanno assolto l’obbligo d’istruzione ma sono usciti dal sistema scolastico prima di conseguire l’obbligo formativo, abbandonando gli studi.

Le graduatorie si riferiscono alla prima sperimentazione del sistema duale, che realizza per i cosiddetti “drop out” un’alternanza scuola lavoro.

Sono stati stanziati, complessivamente, 10,28 milioni di euro – 8 milioni di euro con il primo avviso, utilizzando risorse Por Fse 2014-2020 e 2,28 milioni di euro con il secondo avviso, utilizzando risorse statali – con i quali possono essere finanziati interamente fino ad un massimo di 90 percorsi formativi in tutta la Toscana. Considerato con il costo massimo di ciascun progetto è pari a 113.490 euro, con l’approvazione delle due graduatorie sono stati interamente finanziati 26 progetti nel territorio di Firenze, 12 nella provincia di Lucca, 9 in provincia di Pisa, 8 nella provincia di Arezzo, 7 ciascuna in quelle di Livorno e Pistoia, 6 a Prato, 5 a Siena e 4 rispettivamente nei territori di Grosseto e Massa Carrara.

“Con questi progetti – afferma l’assessore all’istruzione, formazione e lavoro Cristina Grieco – anche in Toscana si avvia la sperimentazione del cosiddetto sistema duale per l’alternanza tra scuola e lavoro. Con il sistema duale ci rivolgiamo a quei giovani che incontrano maggiori difficoltà a rimanere a scuola, con l’obiettivo di contrastare la dispersione scolastica, promuovere le esperienze in contesti lavorativi e facilitare la transizione tra il sistema della formazione professionale e il mondo del lavoro”.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur