La svolta di Amanda Ferrario: da ispettrice tecnico a candidata sindaco M5S a Busto Arsizio

Stampa

Amanda Ferrario, dirigente scolastico dell’ITE Tosi di Busto Arsizio, ispettrice e dirigente tecnico al Ministero dell’Istruzione, componente della task force ministeriale diretta da Patrizio Bianchi durante il lockdown, sbarca in politica.

Il Movimento 5 Stelle, i Verdi e Sinistra Italiana di Busto Arsizio hanno sciolto la riserva e deciso di candidare la dirigente scolastica.

In una nota congiunta spiegano il percorso che li ha portati alla scelta del candidato: “Abbiamo cercato un nome su cui potessero convergere tutte le anime progressiste e della società civile, un nome esterno alle compagini partitiche, di grande professionalità, con esperienze sia dirette che indirette di amministrazione, con una visione della città rivolta a valorizzare le risorse disponibili e col cuore vicino a quella parte della cittadinanza, i giovani, spesso dimenticata ma essenziale nel processo di cambiamento della società. Con lei l’Ite Tosi è stata la prima scuola in Italia a far partire la didattica a distanza, strumento indispensabile per consentire ai ragazzi di poter studiare in sicurezza durante la pandemia. Già nota presso il Miur per le sue competenze, grazie a questo ultimo successo, Amanda Ferrario è stata selezionata per replicare questa esperienza in tutto il Paese, come lei tiene a ribadire «bisogna dismettere la sindrome del brutto anatroccolo, a Busto ci sono grandi risorse che aspettano solo di essere valorizzate”.

Su Facebook, Ferrario commenta così: “Mi è stato chiesto un impegno per la mia città, credo sia giunto il momento di farlo con senso civico e al servizio dei cittadini”.

Stampa

Graduatorie terza fascia ATA: incrementa il punteggio con le offerte Mnemosine, Ente accreditato Miur