Argomenti Didattica

Tutti gli argomenti

La Storia in classe prima della scuola Primaria: un esempio di progettazione

WhatsApp
Telegram

Competenza specifiche di storia, nella classe prima della scuola Primaria (dalla competenza chiave europea) è, o potrebbe essere, naturalmente nella libertà che attiene al docente anche nell’individuazione di una specifica area, la “consapevolezza ed espressione culturale riguarda l’importanza dell’espressione creativa di idee, esperienze ed emozioni in un’ampia varietà di mezzi di comunicazione, compresi la musica, le arti dello spettacolo, la letteratura e le arti visive”. Ciò renderebbe assolutamente meglio tracciabile e definibile il percorso in una prima classe.

Nuclei tematici e indicatori di competenza

A seguire per ciascuno dei nuclei tematici che andremo ad individuare per una classe prima, gli indicatori di competenza della disciplina “Storia”:

  • Uso delle fonti: orientarsi nel tempo e nello spazio, utilizzando gli indicatori spazio-temporali per riferire esperienze.
  • Organizzazione delle Informazioni: osservare e descrivere cambiamenti prodotti su persone, altri esseri viventi e non viventi, ambienti… dal passare del tempo.
  • Strumenti concettuali: organizzare le conoscenze acquisite in semplici schemi temporali.
  • Produzione scritta e orale: rappresentare graficamente e verbalizzare sequenze di azioni, utilizzando un lessico appropriato.

Nucleo tematico: uso delle fonti

A seguire i traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria.

L’alunno:

  • riconosce elementi significativi del passato del suo ambiente di vita;
  • riconosce e esplora in modo via via più approfondito le tracce storiche presenti nel territorio e comprende l’importanza del patrimonio artistico e culturale.

Nucleo tematico: organizzazione delle informazioni

Questi, invece, i traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria

L’alunno:

  • usa la linea del tempo per organizzare informazioni, conoscenze, periodi e individuare successioni, contemporaneità, durate, periodizzazioni;
  • individua le relazioni tra gruppi umani e contesti spaziali;
  • organizza le informazioni e le conoscenze, tematizzando e usando le concettualizzazioni pertinenti.

Nucleo tematico: strumenti concettuali

Traguardi per lo sviluppo delle competenze, relativamente a questo nucleo tematico, al termine della scuola primaria sono, invece, i seguenti due.

L’alunno:

  • comprende i testi storici proposti e sa individuarne le caratteristiche;
  • usa carte geo-storiche, anche con l’ausilio di strumenti informatici.

Nucleo tematico: produzione scritta e orale

Il traguardo per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria relativamente a questo ultimo (ma molto importante) nucleo tematico è uno solo.

L’alunno:

  • racconta i fatti studiati e sa produrre semplici testi storici, anche con risorse digitali.

Obiettivi di apprendimento per il curricolo della classe prima

Tra gli obiettivi di apprendimento per il curricolo della classe prima individuiamo tra gli altri (solo a titolo esemplificativo) che poi saranno presenti nell’allegato:

  • Conoscere la scuola come ambiente di esperienza e di vita comunitaria.
  • Scoprire l’importanza delle norme stabilite insieme e attivarsi per rispettarle.
  • Organizzare il contenuto della comunicazione secondo il criterio della successione temporale.
  • Comprendere semplici racconti e seguire la narrazione di storie.
  • Leggere un semplice schema e completarlo.
  • Scoprire le trasformazioni operate dall’uomo.
  • Avviare la costruzione dei concetti fondamentali della storia: famiglia, gruppo sociale, regole.

Modalità di verifica

Il controllo dell’apprendimento relativo, naturalmente, al percorso individuato per una classe prima di scuola Primaria, sarà effettuato anche (e non solo, comunque) attraverso:

  • Esercizi applicativi di vario tipo, svolti sia in classe che a casa
  • Prove scritte periodiche (anche in forma di test del tipo vero/falso, a scelta multipla e completamento)
  • Interventi dal posto
  • Esposizione dei concetti acquisiti
  • Attività pratiche
  • Esercizi interattivi
  • Prove basate su compiti di realtà disciplinari e/o interdisciplinari
  • Risoluzione di problemi anche in contesti reali
  • Osservazioni sistematiche
  • Relazioni sulle esperienze svolte
  • Partecipazione alle attività di laboratorio e di gruppo.

Valutazione

La valutazione iniziale verificherà la situazione di partenza; la valutazione in itinere evidenzierà i progressi rispetto ai livelli di partenza, il metodo di lavoro, il livello di conoscenze e abilità. La valutazione finale – come è con molta autorevolezza pedagogica definito della progettazione annuale per la scuola Primaria (che si allega come esempio di eccellente pratica) realizzata, con una particolare cura alle nuove metodologie e al rigore scientifico, dai docenti dell’Istituto Comprensivo Statale “R. Nicodemi” di Fisciano (SA), diretto con eccellente competenza manageriale dal dirigente scolastico Dott.ssa Lucia Reggiani – verificherà i traguardi dei livelli di competenza raggiunti. Saranno oggetto di valutazione anche le Competenze sociali e civiche.

METODOLOGIE E STRATEGIE DIDATTICHE

STORIA CLASSE PRIMA

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur