La storia della maestra Giusy, a 108 anni diventa Commendatore della Repubblica: “Ho sempre vissuto con il cuore e mai per gli interessi”

WhatsApp
Telegram

Nonna Giusy, al secolo Giuseppina Patriarca, che diventa Commendatore della Repubblica Italiana all’età di 108 anni. La super nonna decana d’Abruzzo, che dallo scorso primo gennaio si è piazzata al vertice della classifica tra i più longevi della regione, è nata a Montorio al Vomano, in provincia di Teramo, il 6 novembre 1915. Da ex maestra, continua a impartire lezioni su TikTok.

Nonna Giusy, fin da bambina, ha trascorso la sua vita a L’Aquila, dove ha abitato fino al terremoto del 6 aprile 2009: l’appartamento pesantemente lesionato l’ha vista trasferirsi a Sulmona, nella città ovidiana, dove una nipote le ha messo a disposizione un alloggio. Nel frattempo era rimasta vedova del marito Di Gregorio, senza figli.

Lei, però, continua a sentirsi aquilana a tutti gli effetti. Per 41 anni ha insegnato nella prestigiosa scuola primaria del convitto nazionale dell’Aquila. Felicissima quando un ex alunno la va a trovare. “Seria, onesta e dignitosa, una maestra laica e cristiana. Ci faceva fare i fioretti del mese di maggio per capire le nostre esigenze e monitorare le problematiche, anche in famiglia”, racconta Antonella, ex alunna della maestra ultracentenaria, oggi avvocato.

La decana della regione, in realtà, continua a dispensare consigli e lezioni ai suoi “bambini” sulla piattaforma di TikTok, dove si è iscritta da qualche anno con l’aiuto della nonna sitter, Bruna Fusco. Lì recita a memoria i versi della Divina Commedia, rispolvera filastrocche antiche, canta e prega con i suoi followers.

“Non ho fatto nulla di particolare. Ho sempre vissuto con il cuore e mai per gli interessi, ha commentato la nonna Commendatore dopo aver ricevuto il diploma. Dai banchi di scuola ai social passando per le più alte onorificenze dello Stato. Sicuramente nonna Giusy è simbolo dell’Abruzzo.

WhatsApp
Telegram

Concorsi PNRR: prove scritte: 11-12 marzo infanzia e primaria, 13-19 marzo secondaria. Preparati al rush finale con EUROSOFIA