La somministrazione in II primaria della prova di Italiano INVALSI. Cosa fare

Stampa

Stamattina, prova di Italiano INVALSI per i gradi II e V, ovvero per le seconde e quinte della scuola Primaria. I somministratori ricordino di prelevare, in presidenza, i fascicoli, verificandone l’integrità delle saldature e il numero dei fascicoli. Ciascun gruppo contiene 5 fascicoli, numerati da 1 a 5.

Per il grado 2

Cosa fare e cosa avviene per il grado II?

Nel locale predisposto per lo svolgimento della prova, dopo aver fatto sedere gli alunni:

  • fare l’appello nell’ordine in cui i nomi sono riportati nell’Elenco studenti;
  • consegnare a ciascun allievo la prova di italiano, avendo cura di controllare che il codice sul fascicolo corrisponda al codice e al nominativo riportato nell’elenco studenti.

Tale operazione è oltremodo importante per garantire la correttezza della raccolta dei dati e delle successive analisi.

Verificare la collocazione degli alunni

Prestare la massima attenzione nel momento della distribuzione delle prove d’Italiano affinché studenti vicini non abbiano la stessa tipologia di fascicolo. Infatti, per ogni prova sono state predisposte cinque versioni differenti (Fascicolo 1, Fascicolo 2, Fascicolo 3, Fascicolo 4, Fascicolo 5) composti dalle stesse domande ma poste in ordine diverso e/o con le opzioni di risposta permutate in modo differente. La versione della prova è riportata per esteso sulla copertina (ad esempio Fascicolo 1 oppure Fascicolo 2, ecc.) e da un codice (ad esempio ITA02F1, ossia prova d’Italiano per la classe seconda primaria fascicolo 1, oppure, ITA02F3, ossia prova di Italiano per la classe seconda primaria fascicolo 3) posto in basso a sinistra di ogni facciata interna del fascicolo.

Verificarare l’occorrente per allievi con disabilità o DSA

Gli allievi con disabilità o DSA che fruiscono del sintetizzatore vocale come misura compensativa ricevono sempre il Fascicolo 5 poiché il file audio .mp3 corrisponde sempre alla versione della prova.

La registrazione degli alunni

Se un alunno è assente, ciò va registrato sul modulo web per l’inserimento delle risposte e il relativo fascicolo regolarmente etichettato va messo da parte.

Terminata la distribuzione dei fascicoli, comunicare agli alunni di aprire la Prova alla pagina delle Istruzioni e leggerle ad alta voce, invitando gli allievi a seguire sul loro fascicolo. Assicurarsi che tutti abbiano capito come rispondere e che rispondano alla domanda di esempio (diversa per ogni tipologia di fascicolo).

Cosa comunicare agli alunni

Esaurita questa fase, dire agli alunni:

  • Avete risposto tutti alla domanda di esempio? Mi raccomando! Quando vi darò il via, potete girar pagina e iniziare a lavorare.
  • Dare il via dicendo “Ora girate la pagina e cominciate”.
  • Scrivere sulla lavagna l’ora di inizio e di fine della prova.

Cosa fare durante la Prova

Durante la prova girare costantemente tra i banchi per assicurarsi che gli alunni lavorino in completa autonomia, con impegno e senza fermarsi.

Trascorsi i primi 35-40 minuti, invitare gli alunni che non l’abbiano già fatto autonomamente a passare alla seconda parte della prova (due esercizi), anche se qualcuno non ha terminato di rispondere alle domande di comprensione del testo.

Cosa è permesso fare al somministratore

Se qualche alunno non capisce le consegne dell’esercizio della seconda parte, lo si può aiutare (individualmente) suggerendo di rileggere la domanda o in altro modo opportuno ma senza dare alcun suggerimento sul contenuto delle risposte da dare.

Trascorsi quarantacinque (45) minuti dall’inizio della prova, dire agli allievi di chiudere i fascicoli e passare a ritirarli, rassicurando coloro che non fossero riusciti a portare a termine la prova.

Se qualche alunno termina in anticipo, dirgli di rileggere le risposte oppure di consegnare il fascicolo e di mettersi a leggere o a disegnare per conto suo e farlo rimanere seduto tranquillo nel proprio banco, attendendo che anche gli altri abbiano terminato.

Le comunicazioni agli alunni

Terminata la distribuzione dei fascicoli, comunicare agli alunni di aprire la Prova alla pagina delle Istruzioni e leggerle ad alta voce, invitando gli allievi a seguire sul loro fascicolo. Quando gli alunni hanno – da soli – compilato l’esempio 2, assicurarsi che tutti abbiano capito come rispondere e che nessuno giri la pagina.

A questo punto, dire agli alunni:

  • Quando vi darò il via, dovete cominciare la prova vera e propria e cercare di fare più in fretta che potete ma non vi preoccupate se non riuscite a finire.
  • Ricordatevi di non fermarvi quando arrivate in fondo a una pagina e di passare subito a quella dopo.
  • Quando vi dirò di smettere, dovete posare immediatamente la penna e chiudere il fascicolo.

Si parte…

Dare il via dicendo “Ora girate la pagina e cominciate” e far partire il cronometro, iniziando a contare i due minuti previsti per lo svolgimento della prova preliminare. È fondamentale in questa prova rispettare rigorosamente il tempo di somministrazione.

Trascorsi i due minuti, dire agli allievi di posare subito la penna e chiudere i fascicoli. Passare a ritirarli, rassicurando coloro che non fossero riusciti a portare a termine la prova, ribadendo loro che ciò non deve essere motivo di preoccupazione alcuna.

Riordinare i fascicoli e metterli in quarantena in Presidenza o consegnandoli al Responsabile di Plesso

Riordinare in base al numero del codice studente tutti i fascicoli, compilati e non, sia della prova di Italiano che della prova di Lettura secondo l’ordine dell’Elenco studenti e consegnarli al Dirigente scolastico o al suo delegato, insieme all’Elenco studenti (nelle classi campione i fascicoli e l’Elenco studenti vanno consegnati all’Osservatore esterno che, dopo avere verificato che sia tutto in ordine, provvede a consegnarli al Dirigente scolastico per la loro custodia in sicurezza).

Stampa

Acquisisci 6 punti con il corso Clil + B2 d’inglese. Contatta Eurosofia per una consulenza personalizzata