La scuola va a teatro: certo non è una novità

di redazione

item-thumbnail

Ma la novità sta nell’aver costruito un percorso (per ora di quattro appuntamenti mensili) sui grandi temi della società. Potremmo definirlo un “teatroforum”, o meglio ancora un “forum artistico” per interrogarsi, anche tramite l’arte, sull’arte del teatro, avvicinandolo alla letteratura ed alla storia.

La scuola porta a teatro i giovani delle scuole dell’infanzia, dell’obbligo e
delle superiori (costruendo percorsi diversificati per fasce d’età).
Tutto questo è “Project Scuola”, rassegna teatrale che si tiene, per ora, dal 20 novembre 2017 al 15 febbraio 2018 presso il Teatro Cometa Off.

È ideata e realizzata dall’Associazione ARIADNE – Teatro “A”, diretta dalla regista Valeria Freiberg ed ha avuto gli autorevoli patrocini dell’Autorità Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza, del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.
Si vuole far riflettere i giovani su tematiche sempre più attuali: dalla violenza sulle donne, al bullismo; dall’emancipazione femminile al ricordo dell’olocausto.
E si vuole contrastare la crisi della cultura, dello spirito, della società.

Il primo appuntamento al Teatro Cometa Off, dal 20 al 25 novembre 2017, è con la pièce “Suona solo per me”, in occasione della giornata mondiale contro la violenza sulle donne. Lo spettacolo – tratto dalle opere letterarie degli scrittori russi Razumovskaja e Erofeev – è diretto dalla stessa Valeria Freiberg.
Un testo forte d’argomenti e di profondità che non manca di poesia, perfino nei momenti più critici, per esprimere non solo le problematiche di una realtà confusa che ci circonda ma, soprattutto la bellezza del teatro contemporaneo ancora da scoprire.
Afferma la regista: “Il teatro è luogo d’arte, pensiero e creazione. Ma soprattutto di dialogo con i ragazzi che ha la funzione di favorire l’integrazione e la comunicazione con spunti culturali e artistici. Il nostro obiettivo è l’apertura a nuovi linguaggi artistici, nuove forme espressive, all’incontro di generi differenti, alla contaminazione di diverse forme di spettacolo”.

Gli altri tre spettacoli in cartellone sono: “La regina delle nevi“, dal 18 al 22 dicembre; “Ascolta Israele“, dal 23 al 26 gennaio; “Remarque – Tre camerati”, dal 12 al 15 febbraio.

Tutti appuntamenti imperdibili: per far conoscere ed amare il teatro ai più giovani: per farli riflettere su temi d’attualità in parte studiati anche a scuola; per fare cultura e didattica attraverso il teatro. Insomma si potrebbe anche dire che la scuola va a teatro per insegnare ai ragazzi la vita.

Le scuole ed i docenti possono prendere contatto con gli organizzatori per maggiori informazioni e per prenotazioni (mail: [email protected],
cell: 3486952550).

Versione stampabile
Argomenti: