La Scuola Svizzera di Milano non vuole alunni affetti da disturbi dell’apprendimento o disabili

WhatsApp
Telegram

Sta suscitando polemiche il regolamento dell’istituto elvetico che ha sede in via Appiani nel capoluogo lombardo, uno dei 17 istituti scolastici svizzeri all’estero riconosciuti dalla Confederazione.

Come riferisce Repubblica la scuola lo scorso maggio ha approvato un nuovo regolamento all’interno del quale vi è la norma incriminata: “Essendo la Scuola Svizzera impegnativa e multilingue, non è ottimale per studenti affetti da disturbi dell’apprendimento, quali: dislessia, discalculia, Adhs, Sindrome di Asperger, autismo e disturbi comportamentali”.

Regolamento che ha suscitato le critiche da parte della Lega per i diritti delle persone con disabilità (Ledha). Inoltre “essendo l’edificio su più livelli, privo di ascensore, non è altresì una scuola adatta a studenti con gravi handicap motori”.

Il Consiglio della scuola nel regolamento aggiunge: “Essendo l’edificio su più livelli, privo di ascensore, non è altresì una scuola adatta a studenti con gravi handicap motori”.

In parole povere per i ragazzi in carrozzina è sconsigliata l’iscrizione, anche se sul proprio sito la Scuola Svizzera vanta “attrezzature moderne”, precisando di “rivolgere particolare attenzione al costante ammodernamento della struttura e degli arredi”. In realtà non c’è neanche un saliscendi per disabili.

Alla Scuola Svizzera, dei 360 alunni attualmente iscritti solo uno è disgrafico e un altro è lievemente autistico.

WhatsApp
Telegram

Concorso per dirigenti scolastici. Corso preparazione: 285 ore di lezione, simulatore Edises con 14mila quiz e modulo informatica. Nuova offerta a 299 euro