La scuola sempre più nel mirino degli hacker: attacchi in crescita in tutta Europa

Stampa

Crescono gli attacchi informatici contro gli istituti scolastici e di ricerca in Europa, America e Asia.

Nel periodo luglio-agosto, il numero medio di attacchi settimanali verso un’organizzazione nel settore accademico europeo è aumentato del 24%, arrivando a 793 di media rispetto ai due mesi precedenti. Inoltre, l’aumento del numero di attacchi generici, per tutti i settori, è l’incremento più grande (9%) se confrontato con quello di Usa e Asia.

Un esempio eclatante lo abbiamo avuto proprio qui in Italia, col caso che ha colpito l’Università di Tor Vergata.

Il metodo primario di attacco contro l’educazione  è costituito dagli attacchi DDoS (Distributed Denial-of-Service). Un attacco DDoS è un tentativo ostile volto a sconvolgere il normale traffico di un server, di un servizio o di una rete mirata sovraccaricando l’obiettivo o l’infrastruttura circostante con una marea di traffico Internet.

Un esempio ha coinvolto un hacker adolescente in Florida, che ha paralizzato i più grandi distretti scolastici della nazione per i primi tre giorni di lezioni virtuali.

Stampa

Preparazione concorsi e TFA Sostegno con CFIScuola!