La scuola (nuova) di Napoli che deve essere abbattuta: è abusiva

WhatsApp
Telegram

Una storia molto particolare dalla Campania. Così come segnala Il Post, una scuola di Napoli, nuova, che non è mai stata utilizzata e a cui mancano solo le porte e le finestre, deve essere abbattuta.

È abusiva perché si trova nella selva di Chiaiano, un’area sottoposta a vincolo paesaggistico nella quale è proibito costruire: il comune di Napoli, che l’aveva edificata una decina di anni fa, ora la deve abbattere dopo la richiesta formale della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio.

La scuola potrebbe ospitare 400 alunni in una zona in cui da sempre c’è carenza di edifici scolastici. Inizialmente il progetto prevedeva la costruzione di tre complessi (materna, elementare e media), con una spesa di 6 milioni di euro, poi ridotti a 1,5 milioni per fare solo l’edificio per la scuola d’infanzia. La scuola è stata edificata su un’area di proprietà comunale di 3.500 metri quadrati, di cui 1.746 coperti.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur