“La scuola non sia terreno di propaganda politica”, l’affondo di Costarelli (ANP)

WhatsApp
Telegram

La presidente dell’Associazione Nazionale Presidi del Lazio, Cristina Costarelli, ha espresso la sua opinione sulla presenza delle amministrazioni nelle scuole e sulla recente iniziativa del sindaco di Bologna di organizzare incontri di sensibilizzazione sulla cittadinanza nelle scuole della città.

In un’intervista rilasciata all’Adnkronos, Costarelli sostiene che, in linea di principio, la presenza delle amministrazioni e la loro voce per la formazione degli alunni sono giuste, ma che non è accettabile che queste iniziative portino avanti idee politiche che non hanno nulla a che fare con la scuola.

La scuola non dovrebbe essere utilizzata come terreno per la propaganda politica e le idee politiche non dovrebbero essere proposte agli alunni, soprattutto quelli più giovani. La scuola dovrebbe concentrarsi sulla formazione generale sui concetti di cittadinanza e impegno, ma non dovrebbe diventare un luogo per discutere questioni politiche che richiedono una più ampia platea di approfondimento.

WhatsApp
Telegram

Prova orale concorso docenti secondaria 1° e 2° grado: come affrontarla in maniera efficace. III edizione, con esempi e UdA