La scuola non dovrebbe punire gli errori degli studenti, ma capire le cause dell’insuccesso. Le parole del pedagogista Novara

WhatsApp
Telegram

Il ruolo dell’educazione non è solo insegnare la materia, ma anche costruire un ambiente di apprendimento sicuro e rispettoso.

Questo è quanto sottolineato da Daniele Novara, noto pedagogista, in un recente intervento in cui critica un’insegnante per aver pubblicato online un compito di uno studente.

Novara sottolinea l’importanza di mantenere la vita scolastica privata, un luogo “intimo dell’apprendimento”, piuttosto che una vetrina di esibizione. Questa prospettiva solleva domande sulla pratica comune di pubblicare i lavori degli studenti – una pratica che, se mal gestita, potrebbe mettere alla gogna gli studenti e danneggiare la loro autostima.

Secondo Novara, l’educazione non dovrebbe concentrarsi sul punire gli studenti per i loro errori, ma piuttosto sul comprendere le cause dell’insuccesso e su come la scuola possa meglio sostenere gli studenti in difficoltà. “Se un ragazzo fallisce vuol dire che la scuola si deve impegnare di più”, dice, criticando l’approccio giudiziario troppo diffuso nella scuola moderna.

E la questione del copiare? Novara sostiene che il concetto tradizionale di copiare non esiste più nel mondo dell’istruzione odierno. Invece, la scuola dovrebbe mettere a disposizione di tutti gli studenti una vasta gamma di risorse, dai libri a Internet, e valutare come queste vengono utilizzate. Lo scopo non dovrebbe essere punire l’utilizzo di queste risorse, ma incoraggiare gli studenti a sviluppare abilità critiche e creative nell’uso delle informazioni.

Il messaggio di Novara sottolinea l’importanza di una solida formazione pedagogica per i docenti. Essi non devono solo essere esperti nelle loro materie, ma anche comprendere come sostenere e promuovere l’apprendimento efficace tra i loro studenti. È un promemoria che la scuola è un luogo di apprendimento e di crescita personale, e che ogni studente merita rispetto e sostegno nel proprio percorso di apprendimento.

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri