La scuola non apre a settembre e la convivenza col virus è difficile. Lettera

Stampa
ex

Inviata da Mario Bocola – Penso che a settembre difficilmente si potrà tornare tra i banchi di scuola e la
situazione di normalità è ancora lunga perché il virus si sta mostrando endemico con picchi più o meno variabili.

E penso che sarò difficile anche sostenere gli esami  di maturità in presenza perché la sicurezza, purtroppo, non è garantita al 100%.

Dovremo ancora insistere con la didattica a distanza e lo smart working. Tuttavia almeno potremo uscire di casa con i dispositivi ossia le mascherine e mantenere la distanza di un metro. Ma quanto potranno ancora resistere gli alunni e le famiglie a casa? Questo è il vero problema con genitori che non ce la fanno più a tenere i figli tra le mura domestiche perché sono diventati insofferenti. Dobbiamo resistere ancora, ma la normalità e il tutto come prima non ci sarà più. Si parla di spezzare le classi con settimane alterne a gruppi a scuola e a casa, ma è tutto da verificare in quanto il covid
19 è imprevedibile e fin quanto non esce un vaccino la convivenza sarà difficile.

Stampa

L’Eco Digitale di Eurosofia, il 14 dicembre segui la Tavola rotonda:“Didattica a distanza e classe capovolta – Ambienti di apprendimento innovativi”