La scuola nella Legge di Stabilità: 25mila nuove cattedre, assunzioni ATA, fase transitoria II fascia GI, fondo per risarcire reiterazione supplenze

La legge di Stabilità potrebbe portare importanti novità per la scuola, a completamento o parziale aggiustamento di alcune storture della legge 107/2015.

Il malcontento è ancora all’ordine del giorno tra i docenti e il Governo vuole giocare le ultime carte prima del referendum per una “ciambella non riuscita con il buco”.

Il Consiglio dei Ministri si occuperà presto della Legge di Stabilità. Vi anticipiamo quali sono le proposte che verranno presentate

  • trasformazione dell’organico di fatto in organico di diritto. Significherebbe il recupero di 25mila cattedre da assegnare a mobilità e nuove assunzioni. Il costo dell’operazione è di circa 200 mln di euro. Il numero maggiore di posti al Nord
    25mila nuovi posti per mobilità e assunzioni, la maggior parte andranno al Nord. Vediamo dove
  • Piano straordinario assunzioni ATA. Alla fine si potrebbe arrivare a 10.000 nuovi ruoli, sommando un mini piano per 5.000 assunzioni e 5.000 già previsti dal turnover.
    10mila assunzioni per gli ATA, nella legge di stabilità
  • finanziamento per le deleghe previste dalla legge 107. Prima fra tutte, quella del segmento 0-6. Ma i docenti puntano a spuntarla sull’organico di potenziamento anche nella scuola di infanzia, che potrebbe essere attuato anche in corso di anno scolastico.
    Riforme. Renzi: “tra poco legge 0-6 sarà realtà”. Ma insegnanti GaE puntano al potenziamento infanzia
  • fase transitoria di assunzioni per docenti abilitati. Dopo il flop (mai ammesso dal Ministero) del concorso, bisogna correre ai ripari, se non si vuole che la supplentite rimanga ancora cronica. Si parla di “corsi ad hoc” per docenti abilitati, generalmente inseriti nella II fascia delle graduatorie di istituto. Ne potrebbero scaturire altre 80.000 immissioni in ruolo. Un progetto in nuce è già stato presentato a Trento, forse potrebbe essere il modello. Certamente un capitolo delicato. I precari infatti non gradirebbero certamente di doversi sottoporre nuovamente ad una procedura concorsuale come quella in atto, soprattutto coloro che hanno superato tutte le prove ma sono oltre il limite del 10% di idonei nella Graduatoria di merito.
    Un nuovo concorso a cattedra per abilitati, si parte da Trento
  • abolizione vincolo triennale mobilità docenti di ruolo. Sarebbe una boccata di ossigeno per molti insegnanti costretti al trasferimento dall’algoritmo pazzo dell’estate 2016.
    Mobilità docenti, vincolo triennale da eliminare in Legge di Stabilità
  • 10 milioni di euro per i risarcimenti derivanti dalle sconfitte del Miur nei tribunali per l’ingiusta reiterazione dei contratti a termine. Saranno sufficienti?
  • 35 milioni di euro per gli istituti musicali pareggiati

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia