La scuola media è un fallimento? Nata per abbattere le diseguaglianze, i risultati sono modesti. L’analisi del Corriere della Sera

WhatsApp
Telegram

Sono 60 anni dall’introduzione della scuola media. Con la legge n.1859 del 31 dicembre 1962 si introduceva il percorso intermedio scolastico tra la scuola elementare e quella superiore.

Prima di allora, come segnala il Corriere della Sera in un’analisi sull’inserto culturale “La Lettura”, il destino degli studenti era quasi segnato: c’è chi proseguiva al liceo, c’è chi, invece, era destinato all’avviamento professionale.

Cosa si può dire, dunque, dopo 60 anni dall’introduzione della scuola? Per il Corriere della Sera la riforma palese gravi limiti: apprendimenti al minimo, diseguaglianze al massimo, tutti promossi. C’è poco da festeggiare. Mandare tutti avanti è cosa assai diversa dal non lasciare indietro nessuno, come dovrebbe fare una scuola davvero inclusiva.

Ripensare la scuola media con il PNRR? Non è previsto anche se il ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, proprio al Corriere della Sera ha detto: “Non è né carne né pesce. Serve una scuola media che superi la rigida divisione disciplinare”.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur