La scuola è ancora ascensore sociale? Convegno evento di formazione in Abruzzo

WhatsApp
Telegram

Il giorno 15/12/2018 alle ore 17:00 Presso il Mu.Mi-Museo Michetti, nella bellissima città di Francavilla al Mare, circondati dai dipinti del grande pittore abruzzese Francesco Paolo Michetti, avrà luogo un convegno- dibattito dal titolo:

LA SCUOLA È ANCORA UN ASCENSORE SOCIALE?

Istruzione, formazione, lavoro, cultura, sport: problemi e proposte
L’evento è stato organizzato dallo staff di Professione Insegnante in collaborazione con Artedo; la partecipazione ha valore di evento formativo ai sensi del comma 11 dell’art. 26, legge 448/98 per cui il personale della scuola è esonerato dal servizio per l’intera giornata.
Mondo dell’istruzione, università, ricerca,formazione, cultura, politica si confronteranno in un dibattito per riflettere sul ruolo che riveste oggi la scuola all’interno della società, di fare un’analisi della situazione e di porsi degli obiettivi.

Interverranno:
Primo Di Nicola – Portavoce M5S al Senato

Daniela Torto – Portavoce M5S alla Camera

Sara Marcozzi – Candidata presidente M5S Regione Abruzzo.

Cinzia D’Eramo – Prof.ssa di letteratura italiana e latina, Liceo “A. Volta” – Francavilla al Mare. Responsabile contenuti e caporedattrice di Professione Insegnante

Luca Malgioglio – Professore di letteratura Italiana, scrittore, poeta, articolista di Professione Insegnante

Mariaconcetta Costantini – Professore Ordinario di letteratura inglese – Università “G. D’Annunzio” di Chieti Pescara

Luciana Pasquini – Docente di Drammaturgia Italiana – Università “G. D’Annunzio” di Chieti Pescara

Vittorio Lodolo D’Oria – Medico esperto di burnout, stress da lavoro correlato.

Stefano Centonze – Formatore nel campo dell’ Intelligenza Emotiva e creatività Presidente Artedo.

Salvo Amato – Professore di informatica, Presidente associazione Professione Insegnante, cofondatore dell’omonimo gruppo su Facebook
numerosi.

 

WhatsApp
Telegram

ASUNIVER e MNEMOSINE, dottorato di ricerca in Spagna: cresci professionalmente e accedi alla carriera universitaria con tre anni di congedo retribuito