La scuola d’Infanzia diventerà obbligatoria: un progetto del Governo

di redazione

item-thumbnail

Il Governo ha in mente di rendere obbligatoria la scuola dell’infanzia.

Il progetto ha lo scopo di permettere a tutti i bambini dai 3 anni di frequentare la scuola dell’infanzia, spesso preclusa per mancanza di posti nelle scuole statali e per i costi non accessibili a tutti delle rette delle paritarie.

Un articolo del Messaggero, a firma di Lorena Loiacono, in cui si riporta come il Governo intende muoversi, spiega che le scuole paritarie, alle qual sono iscritti 524.000 bambini a fronte dei 900.000 iscritti nelle statali, non saranno tagliate fuori da questa rivoluzionaria riforma.

Si pensa di avviare delle convenzioni con lo Stato in modo da garantire una quota per i bambini rimasti fuori dalle liste statali, che pagheranno parte della quota per la frequenza, la parte rimanente sarà pagata dallo Stato.

Sarà poi da convincere quei genitori che non mandano per scelta i figli alla scuola d’infanzia; l’articolo cita il viceministro Ascani che afferma:”E’ noto che i bambini che partono dalla scuola dell’infanzia hanno meno difficoltà negli studi ed escono meglio dal percorso formativo.”

L’Italia allo stato attuale copre questa fascia d’età con la scuola d’infanzia per il 95% ed è oltre il 70% della media europea di bambini frequentanti.

Versione stampabile
Argomenti:
soloformazione