La scuola digitale è già una realtà da 2.0: uno studio di Uli-Utility Line Italia

WhatsApp
Telegram

Il Piano nazionale scuola digitale (Pnsd) dimostra che la scuola 2.0 è già una realtà diffusa. L’Agenzia di stampa Adnkronos ha diffuso i dati di uno studio di Uli-Utility Line Italia, Isp-Internet service provider di Seveso nel milanese.

Attualmente Uli si è occupato di attivare un centinaio di scuole su tutto il territorio nazionale, dalla Lombardia al Veneto, dal Piemonte all’Emilia Romagna, dalla Toscana al Lazio alla Sicilia, arrivando anche a fornire la fibra ottica.. Di queste il 9% sono secondarie di secondo grado (superiori), il 61% secondarie di primo grado (medie), il 28% primarie (elementari) e il 2% dell’infanzia.

Il 90% di esso si connette durante le ore di lezione (8.00-14.00), che possono essere anche serali per corsi ordinari, speciali, incontri.

Prendendo a riferimento i dati delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado, la lim viene impiegata rispettivamente il 38%, 22% e 22%, il wi-fi il 9%, 10% e 28%, il voip (voice over ip, cioè il telefono via Internet) il 2%, 3% e 5%, i laboratori il 20%, 31% e 35%, la segretaria il 28%, 29% e 14%, il registro elettronico il 3%, il 5% e il 6%.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur