La scienza alla base dell’educazione emotiva: l’Atlante delle emozioni

di redazione

item-thumbnail

Pubbliredazionale Edises – “Capire l’esperienza emotiva vale non solo per i rapporti con gli altri, ma anche per il rapporto con noi stessi.”

Parole dense di significato che noi di Occhicielo abbiamo raccolto da un libro bellissimo. Si intitola giù la maschera e lo ha scritto Paul Ekman, lo psicologo e massimo esperto mondiale di fisiologia delle emozioni.

Noi di Occhicielo, però, non le abbiamo solo raccolte queste parole, ma anche accolte, nel nostro modo di pensare l’educazione. Perché, come sa bene chi già ci conosce, le due “E” di educazione e di emozione, costituiscono per noi un binomio inscindibile, il binomio che prende il nome di “Educazione emotiva”.

Ora, dovete sapere che, da quando nel gennaio del 2017, abbiamo iniziato il nostro percorso nel mondo delle emozioni, sempre noi di Occhicielo abbiamo avuto molte occasioni di conoscere delle persone che con l’intera sfera del sentire umano sono in intima confidenza da tanti tanti anni, in alcuni casi decenni, durante i quali quelle emozioni non le hanno solo sperimentate nella vita di tutti i giorni, come capita alla maggior parte di noi, ma le hanno studiate e approfondite.

Una di queste persone è Diego Ingrassia, titolare delle I&G Management, la società di consulenza e formazione che rappresenta in esclusiva in Italia proprio Paul Ekman. Inevitabile quindi che Diego e la sua I&G fossero direttamente coinvolti in un progetto al quale Ekman e sua figlia Eve lavorano da qualche anno su esplicita richiesta del Dalai Lama: l’Atlas of emotion, uno strumento interattivo, elaborato sull’accordo dell’88% della comunità scientifica internazionale, facile da fruire, accattivante nella grafica e… del tutto gratuito.

“Una mappa delle nostre emozioni per costruire una mente calma.” L’Atlas of emotion è questo nelle intenzioni del Dalai Lama e di Paul Ekman. Un obiettivo non facile da raggiungere, perché, come sappiamo bene tutti, le nostre emozioni possono portare la nostra mente e il nostro corpo in stati ben lontani dalla calma. Non per questo un obiettivo irraggiungibile. Anzi! Tutto sta nel compiere il primo passo e, come spesso accade, il primo passo è la conoscenza.

E a questo proposito noi italiani siamo molto fortunati. Perché da questa estate, proprio grazie a Diego e alla I&G Management, è disponibile una versione italiana, un Atlante delle emozioni che ci spiega “a parole nostre” come funzionano le emozioni che sperimentiamo ogni giorno.

Interessante vero? Se abbiamo stimolato la vostra curiosità, venite sul nostro blog a leggere l’intervista che abbiamo fatto a Diego Ingrassia, una persona eccezionale e dall’entusiasmo contagioso, con la quale abbiamo parlato di valori, motivazioni, educazione emotiva a scuola e, naturalmente, delle storie che noi di Occhicielo tanto amiamo, un altro strumento eccezionale e senza tempo per vivere emozioni e condividerle.

Eccola qui: Navigare nell’educazione emotiva con l’Atlante delle emozioni

Vi aspettiamo su Occhicielo!

Versione stampabile
Argomenti: