La retribuzione accessoria direttamente in busta paga. Cedolino unico

di
ipsef

UIL – In via di emanazione la circolare del ministero. Con una nota in via di emanazione il MIUR, di concerto con il il Ministero dell’Economia e delle Finanze, fornisce alle scuole le istruzioni per l’attivazione della modalità di pagamento delle competenze accessorie, congiuntamente alle competenze fisse con il cedolino unico, a decorrere dall’anno 2011.

UIL – In via di emanazione la circolare del ministero. Con una nota in via di emanazione il MIUR, di concerto con il il Ministero dell’Economia e delle Finanze, fornisce alle scuole le istruzioni per l’attivazione della modalità di pagamento delle competenze accessorie, congiuntamente alle competenze fisse con il cedolino unico, a decorrere dall’anno 2011.

La circolare prevede che:

• i pagamenti avverranno tramite Banca d’Italia su input del MEF;
• la contrattazione rimane invariata e deve sempre concludersi con lettera di incarico agli interessati;
• gli impegni di spesa non vanno riportati in bilancio anche se dal prossimo anno il MIUR provvederà a modificare gli attuali modelli per consentire alle scuole di registrare gli impegni di spesa assunti
• la liquidazione dei compensi agli interessati rimane invariata ed avverrà sulla base delle comunicazioni che le scuole effettueranno “lordo dipendente” e non più “lordo Stato”, visto che la competenza è del MEF per i versamenti delle relative ritenutei;
• l’ordine di pagamento a firma del Dirigente scolastico. e del Direttore dei servizi., al Tesoro deve essere disposto nei limiti delle disponibilità della scuola.

Rientrano nella procedura del Cedolino Unico i compensi accessori relativi a:

• art. 30 – attività aggiuntive ed ore eccedenti docenti -, 33 – funzioni strumentali -, 47 – incarichi specifici ata – e 88 – compensi liquidati con il fondo d’istituto- del CCNL 29/11/2007;
• i compensi per gli esami di Stato conclusivi della scuola secondaria di II grado.

Continueranno invece ad essere pagati con le precedenti modalità i compensi derivanti da disponibilità di enti terzi, quelli per le attività di cui all’art. 9 del CCNL – aree a rischio – e i compensi di cui alla legge 440, ai PON, alle integrazioni per i corsi di recupero, anche per il personale esterno.

La circolare conterrà inoltre un allegato che descriverà tutti i compensi non rientranti nel piano di riparto del cedolino unico. Rimandiamo alla lettura della stesura definitiva della circolare, ulteriori eventuali precisazioni.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione