La Rete degli Studenti Medi contro il Ministero: “Invita le scuole agli Stati generali della Natalità, non vogliamo la propaganda nelle aule”

WhatsApp
Telegram

Il Ministero dell’Istruzione e del Merito ha  inviato una circolare a tutti i dirigenti scolastici per promuovere la partecipazione alla IV edizione degli Stati Generali della Natalità.

Paolo Notarnicola, Coordinatore Nazionale della Rete degli Studenti Medi, ha espresso un forte dissenso riguardo all’iniziativa. Criticando l’edizione precedente, Notarnicola sostiene che l’evento sia diventato uno spazio per promuovere ideologie pro-life e antiabortiste, oltre a riferimenti etnici che ritiene inappropriati, attribuiti al ministro Lollobrigida. La sua posizione è chiara: “Non vogliamo la propaganda della destra nelle scuole del Paese”. L’appello è diretto al ministro Valditara per ritirare l’invito.

D’altra parte, Camilla Velotta della Rete degli Studenti Medi, pur condividendo le preoccupazioni, pone l’accento sull’efficacia di tali iniziative nel dibattito sulla denatalità. Velotta sottolinea la necessità di garanzie concrete per le nuove generazioni, come la stabilità economica, sociale e lavorativa, piuttosto che su convegni che considera “sterili”. Secondo Velotta, il Governo dovrebbe concentrarsi su strumenti solidi per assicurare queste fondamenta, piuttosto che su eventi giudicati “pericolosi e inutili”.

WhatsApp
Telegram

Concorso docenti 2024, ecco le date per lo scritto: 6 LIVE per superarlo. Prezzo sconto 59 euro. Guarda il calendario