Circolare con dati sensibili degli alunni con disabilità, Dirigente condannato

La sezione giurisdizionale per il Lazio della Corte dei Conti, con la sentenza 246 del 28 maggio, ha condannato un dirigente scolastico per aver autorizzato la la pubblicazione di una circolare sul sito della scuola, contenente dati sensibili relativi allo stato di salute di studenti con disabilità.

La circolare andava invece indirizzata ai soli genitori degli studenti. E’ il Codice della privacy che contiene le norme relative al trattamento dei dati sensibili, sia riguardo alle autorizzazioni degli interessati, sia al tipo di dati da trattare, sia le operazioni che si possono eseguire con quei dati.

E’ sempre vietato diffondere lo stato di salute o qualsiasi informazione collegata, anche indirettamente, allo stato di malattia o l’esistenza di patologie dei soggetti interessati e alle condizioni di invalidità, disabilità, o handicap fisici e/o psichici.

La Corte ha inoltre stabilito che nessuna colpa può essere addossata a chi ha scritto e pubblicato manualmente la circolare, in quanto la responsabilità di verificare la correttezza e la legittimità di una circolare è solo del dirigente scolastico e non può essere estesa ai docenti coinvolti nella stesura e nella pubblicazione.

Preparazione concorsi, TFA e punteggio in graduatoria con CFIScuola!