La regione Lombardia approva mozione per tamponi a domicilio per gli studenti

Stampa

Il Consiglio regionale della Lombardia ha approvato una mozione del Pd (primo firmatario Samuele Astuti) che invita la Giunta ad attivarsi affinché le Usca possano effettuare tamponi direttamente presso le scuole e a domicilio in caso di ragazzi che manifestino sintomi riconducibili al Covid, di prevedere l’attestazione di guarigione per le assenze di malattia a scuola di oltre 3 giorni e di rivedere la delibera del marzo scorso per chiarire le modalità di accesso agli ambulatori dei pediatri di libera scelta e per le visite domiciliari.

“L’emergenza covid mette a dura prova la continuità didattica nelle scuole. A essere difficoltoso è soprattutto il rientro a scuola in sicurezza dei bambini assenti per malattia. Per questo con il documento, che ha raccolto una calda adesione dall’Aula, abbiamo chiesto di attivarsi affinché le Usca possano effettuare i tamponi, anche i test rapidi appena saranno disponibili, presso le scuole stesse e a domicilio in caso di ragazzi che manifestino sintomi riconducibili al Covid e di prevedere, secondo le disposizioni nazionali, l’attestazione di guarigione per le assenze per malattia di oltre 3 giorni”, ha spiegato Astuti.

“L’impegno – ha aggiunto il consigliere – è infine quello di rivedere la delibera regionale del marzo scorso, che non consentiva le visite domiciliari, e chiarire le modalità delle visite domiciliari stesse e di accesso agli ambulatori dei pediatri di libera scelta”.

Stampa

Eurosofia: Analisi Comportamentale Applicata (ABA) tra i banchi di scuola. Non perderti questa grande opportunità formativa