La quinta laurea di Armani. Il suo appello agli studenti: “Andate avanti, ma ricordate sempre gli affetti che avete a casa che sia un figlio, una madre, un amante”

WhatsApp
Telegram

“Vorrei che la mia storia fosse di stimolo ed esempio per ricordarvi che il lavoro vero porta lontano”. Giorgio Armani ha concluso così, rivolgendosi agli studenti, il discorso tenuto al teatro municipale di Piacenza in occasione della cerimonia di assegnazione della laurea honoris causa in Global Business Management.

Il riconoscimento allo stilista, il terzo nella sua carriera, è stato conferito dall’Università Cattolica del Sacro Cuore. Armani ha sottolineato anche “il valore doppiamente speciale” del titolo ricevuto dall’ateneo, “perché premia il mio ruolo di imprenditore, l’impegno e la passione” ma anche perché “mi viene conferito nella mia città natale, in un luogo magico che mi affascinava da bambino. Da Piacenza sono partito per Milano ma le mie radici sono rimaste qui”.  

E ancora: “Questa laurea mi ha obbligato a rivedere il mio percorso, è stato impegnativo, e troppo spesso ho dimenticato me stesso. Questo è molto grave, a voi ragazzi lo sconsiglio. Tenete duro, ma ricordate sempre degli
affetti che avete a casa, che sia un gatto, un cane, un figlio, una madre, un amante. Andando avanti nella vita avrete bisogno di persone al vostro fianco”.

Infine aggiunge: “I valori? Non esiste una ricetta precisa, ma nella vita ho imparato che ciò che conta è l’onestà, l’umiltà, l’etica, la coerenza, e soprattutto la sostanza che va oltre la mera e labile apparenza. Consiglio di sognare, di credere in ciò che si è, di lasciarsi ispirare e continuare a guardare il mondo con la mente aperta, e con occhi sempre curiosi e trasparenti”

WhatsApp
Telegram

Concorso Dirigenti scolastici, preselettiva superata? Preparati per lo scritto