La protesta di Anita non si ferma nemmeno sotto la neve: “Nostro diritto tornare in classe”

Stampa

Il Tar, e la neve, non fermano la protesta contro la scuola a distanza.

Nonostante i giudici amministrativi abbiano dato ragione alla Regione Piemonte, dove proseguono le lezioni in dad anche per le seconde e terze medie sebbene le regole della zona arancione consentano la presenza in classe, Anita e Lisa sono tornate in piazza, davanti alla Regione, per seguire le lezioni.

Per proteggersi dalla neve, le 12enni hanno ‘occupato’ i portici della Regione Piemonte con striscioni e cartelli. Avvolte in coperte sopra gli abiti pesanti, i termos caldi accanto al tablet, seguono le loro lezioni sedute per terra. “È nostro diritto tornare in classe e vedere i nostri compagni dal vivo – sostengono – La nostra protesta va avanti. Con o senza neve”.

Stampa

Eurosofia. Acquisisci punteggio in tempi rapidi per l’aggiornamento Ata: corso di dattilografia a soli 99 euro. Iscriviti ora