La proposta di Carlo Calenda: “Vietare i social sotto i 13 anni”

WhatsApp
Telegram

La prossima settimana il segretario di Azione, Carlo Calenda, presenterà una proposta di legge che mira a regolamentare l’accesso dei minori ai social media.

Ispirandosi al modello francese, l’intento è quello di proibire l’uso dei social ai minori di 13 anni. Per coloro che hanno tra 13 e 15 anni, invece, si propone l’introduzione dell’autorizzazione genitoriale.

Carlo Calenda, intervenuto nel corso del programma “Mezz’ora in più” trasmesso su Rai Tre, ha messo in luce la necessità di questa misura legislativa: “Il nostro è il partito con la percentuale più alta di voti giovani, ma non possiamo non intervenire su questa dimensione che è così preponderante”, ha affermato.

La proposta punta a proteggere i minori dall’esposizione precoce e spesso pericolosa ai social media, contesto in cui possono emergere problemi legati alla privacy, alla sicurezza dei dati personali e all’esposizione a contenuti inappropriati.

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri