La pediatra Azzari: “Non c’è nessuna ragione che tenga, serve vaccinare subito gli adolescenti”

Stampa

“Non c’è nessuna ragione che tenga”, serve vaccinare subito gli adolescenti.  “Il vaccino prima si fa, meglio è. Per raggiungere la protezione completa sono necessarie due dosi, una sola non basta e fra l’una e l’altra devono passare da 3 a 4 settimane. Altro che aspettare. Bisogna sbrigarsi. L’inizio delle scuole è vicino”.

È l’appello di Chiara Azzari docente di pediatria all’università di Firenze e direttore scientifico didattico dell’ospedale pediatrico Meyer, in una intervista su ‘Il Corriere della sera’ in cui sottolinea i rischi molto bassi di effetti avversi del vaccino. Ad oggi il 76,88% degli adolescenti di 12-15 anni non ha fatto nemmeno una dose.

“Si è fatto tanto chiasso  – dice Azzari – per i casi di miocardite e pericardite osservati in ragazzi meno che ventenni dopo il vaccino. È importante essere informati, la paura però è davvero esagerata. La probabilità di avere un’infiammazione al cuore o alla membrana cardiaca è inferiore a una su un milione”.

E questi eventi, “oltre che estremamente rari, in molti casi non sono gravi e non richiedono ricovero. Si avverte solo un dolore toracico che sparisce con la somministrazione di antinfiammatori. Non dimentichiamo invece che eventi gravi di bassissima frequenza possono verificarsi anche con farmaci di uso molto comune”. 

Stampa

Didattica inclusiva attraverso alcune figure del mito greco. Corso online riconosciuto dal Ministero dell’istruzione