La musica migliora il rendimento scolastico dei bambini nello studio delle materie scientifiche

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Andrea Pirera membro del comitato scientifico culturale di PENSARE oltre Movimento Culturale, una laurea in Economia alla Bocconi, e una carriera nel management.

Studia da sempre musica ed è Presidente della “De Musica Ass. ONLUS” che opera per la diffusione della pratica musicale in ambito sociale ed educativo. PENSARE oltre Movimento Culturale sta promuovendo un percorso artistico educativo Maestri d’arte per l’infanzia” che si svolgerà al Teatro San Babila di Milano da Ottobre 2018 a Maggio 2019. Il focus della proposta formativa è che le Arti sono elemento fondamentale per un armonico sviluppo emotivo-intellettuale-cognitivo del bambino. Un nuovo paradigma educativo di apprendimento imperniato sulle

È vero che i bambini che studiano musica hanno più facilità nelle materie scientifiche?

Sì, in anni di studio ho notato questa correlazione forte. I bambini che riescono bene in musica riescono bene anche in matematica, e più in generale nelle materie scientifiche. Studiare musica migliora l’apprendimento scolastico, è dimostrato. Ovviamente parlo del fare musica attivamente, non basta ascoltarla o andare ai concerti.

Secondo lei, perché lo studio della musica migliora l’apprendimento scolastico?

Non amo andare a cercare le cause, preferisco le correlazioni. Indubbiamente vi è una similitudine tra la sintassi musicale e la sintassi che sottintende tutti i ragionamenti scientifici. Il bambino, inoltre, può adoperare delle qualità, in parte logiche, che naturalmente possiede ma che solo le arti riescono a sollecitare. Le arti e anche la letteratura aumentano la capacità di ragionare.

A quanti anni un bambino dovrebbe iniziare a studiare musica?

Consiglio a circa 3 anni, l’età d’ingresso alla scuola primaria

Che altri tipi di benefici comportano lo studio delle arti?

Benefici di ordine sociale. Io dico sempre che la musica è interreligiosa, interraziale, interetnica. È un linguaggio al di fuori dei linguaggi. La musica richiede un lavoro di gruppo. Insegna a imparare a rimanere in silenzio ad ascoltare altri o se stessi. Richiede disciplina. Lo studio della musica porta con sé dei vantaggi sociali che superano quelli individuali.

Perché un genitore o un nonno dovrebbe iscrivere un bambino al percorso artistico educativo Maestri d’arte per l’infanzia?

È un regalo per la vita. Permetterà ai bambini di migliorarsi sia dal punto di vista proprio che da quello della società. Sono appassionato di musica e so che cosa significa la musica per me. Quando vedo in giro i ragazzi con le cuffie so che significato ha la musica per loro. E so che ascoltare e fare musica può solo che migliorare la vita.

Cos’è per lei la musica?

Io non sono riuscito a trovare di meglio che una definizione molto astratta. La musica è una categoria dello spirito. Una piccola forma di trascendenza.

Versione stampabile
anief anief
voglioinsegnare