La musica contro il bullismo: il progetto di un insegnante per promuovere l’inclusione

WhatsApp
Telegram

Un insegnante di informatica, con la passione per la musica, ha deciso di utilizzare l’arte dei suoni per contrastare il fenomeno del bullismo e promuovere una cultura dell’inclusione tra i giovani.

Dopo circa un anno di impegno, è nato un ambizioso progetto che vede protagonisti gli stessi studenti attraverso una canzone e un videoclip.

L’iniziativa non si limita ad affrontare esplicitamente il tema delle prevaricazioni tra coetanei, ma va oltre, puntando a creare un clima di accoglienza e partecipazione. L’obiettivo è infondere fiducia nei ragazzi, senza puntare il dito contro nessuno, ma riconoscendo le fragilità di ciascuno.

Il cantautore ha voluto distanziarsi dalla comune narrazione che divide nettamente “buoni” e “cattivi”, vittime e carnefici. La sua visione è quella di far sentire tutti accolti, insegnando che la cultura della solidarietà può offrire grande gratificazione e creare un circolo virtuoso di inclusione.

Nella canzone, l’insegnante sottolinea che il problema del bullismo non si esaurisce nelle aule scolastiche e non diminuisce con l’aumentare dell’età. Il messaggio vuole ribadire l’importanza di non smettere mai di credere nella possibilità di un cambiamento positivo.

Il videoclip, girato interamente all’interno di una scuola, vede protagonista una classe di prima media, mostrando così un contesto reale e quotidiano in cui i ragazzi possono riconoscersi e riflettere.

WhatsApp
Telegram

Prova orale concorso docenti secondaria 1° e 2° grado: come affrontarla in maniera efficace. III edizione, con esempi e UdA