Argomenti Didattica

Tutti gli argomenti

La musica anche all’I.T.T.L. Nautico San Giorgio di Genova: in allegato il singolare progetto di sperimentazione

WhatsApp
Telegram

La musica svolge un ruolo estremamente significativo nell’ambito dell’istruzione e dell’apprendimento nelle scuole. Ragion per la quale sono in molti a ritenere che l’inclusione della musica nel curriculum scolastico sia non solo da considerare importante ma anche necessaria e urgente. Ecco perché alcune scuole, anche ad indirizzo tecnico e professionale stanno investendo molto in questa scelta pedagogica e metodologica. Tra questi l’I.T.T.L. Nautico San Giorgio di Genova.

Perché la musica all’I.T.T.L. Nautico San Giorgio di Genova

Perché la musica all’I.T.T.L. Nautico San Giorgio di Genova ci chiediamo. Il progetto originale che alleghiamo, l’entusiasmo del prof. Michele Pellegrino e del dirigente scolastico prof. Paolo Fasce sono indicativi di quanto l’innovazione pedagogica e metodologica sia alla base della crescita di una comunità scolastica e della ricaduta che gli stili formativi adottati hanno sul territorio. Perché la musica. Ecco alcune validissime motivazioni:

  • Sviluppa abilità trasversali: L’apprendimento musicale potenzia capacità come la creatività, la collaborazione, la disciplina e la concentrazione, che sono preziose in molteplici ambiti.
  • Crescita emotiva ed espressiva: La musica permette agli studenti di esprimere emozioni e creatività, sviluppando consapevolezza emotiva e sensibilità.
  • Migliora le capacità cognitive: Lo studio della musica stimola il cervello, migliorando la memoria, l’attenzione e le capacità analitiche.
  • Favorisce l’apertura culturale: Attraverso la musica, gli studenti possono scoprire diverse culture e stili musicali, ampliando la loro comprensione del mondo.
  • Promuove la collaborazione: Partecipare a gruppi musicali insegna la collaborazione, il rispetto delle regole e il lavoro di squadra.
  • Crescita personale: Imparare uno strumento richiede impegno e pazienza, insegnando ai giovani l’importanza della perseveranza.

In sintesi, la musica non solo arricchisce la vita degli studenti con abilità musicali, ma fornisce strumenti preziosi per crescere come individui in un mondo complesso.

Progetto indirizzo storico-musicale nell’I.T.T.L. Nautico San Giorgio di Genova

Sotto l’ottica del ministero di diffondere e potenziare le attività co-curriculari, dopo l’esperienza positiva del progetto “La musica fa storia” sperimentato con la classe 4C durante l’anno scolastico 2022/23, Il progetto ideato e guidato dal Prof. Michele Pellegrino coadiuvato dalla Prof.ssa Stefania Marcello, con il sostegno del Prof. Dirigente Paolo Fasce e l’approvazione del Collegio Docenti, si concentra sulla promozione della musica come parte integrante dell’istruzione. La musica è vista come un mezzo per sviluppare competenze trasversali e personali nei giovani studenti. Il progetto mira a coinvolgere alcune classi nell’anno scolastico 2023/24, con 2 moduli curriculari alla settimana per classe in compresenza con storia. L’obiettivo è coltivare la creatività, la collaborazione e la comprensione culturale attraverso l’apprendimento musicale interdisciplinare, favorendo così una formazione più completa e multidimensionale.

L’obiettivo della scelta progettuale

L’obiettivo del progetto non è quello di istituire una scuola ad indirizzo musicale, considerando già l’esistenza dei licei musicali. Al contrario, attraverso l’ascolto, la partecipazione attiva e la conoscenza della storia della musica, il progetto intende promuovere la musica come strumento di crescita personale. L’attenzione si focalizza sull’arricchimento individuale attraverso esperienze musicali che contribuiscono allo sviluppo delle competenze emotive, intellettuali e sociali degli studenti.
Nella società moderna, è cruciale formare individui flessibili, creativi, in grado di relazionarsi e dotati di intelligenza emotiva. Pertanto, è auspicabile un significativo impegno nella scuola per promuovere la musica, con insegnanti interni, allo scopo di sviluppare nelle giovani menti competenze di base essenziali e coltivare una cultura personale artistica. Questa formazione mira a preparare cittadini futuri di una nazione che vanta una ricca tradizione musicale.

Un’opportunità di esprimere e sviluppare la propria personalità in tutte le sfumature

La musica offre ai ragazzi un’opportunità di esprimere e sviluppare la propria personalità in tutte le sfumature, promuovendo l’aggregazione sociale e l’integrazione delle diversità, inclusi gli studenti con difficoltà di apprendimento o provenienti da contesti diversi. L’apprendimento musicale, attraverso l’ascolto, la pratica e la condivisione, diventa un mezzo per sviluppare l’individuo e le sue abilità intellettuali e sociali, più che un fine.

L’insegnamento interdisciplinare

Il progetto si basa sull’insegnamento interdisciplinare di diverse materie, come poesia, prosa, storia dell’arte, storia della musica e storia. Un ulteriore obiettivo è potenziare la creatività, il pensiero critico e riflessivo degli studenti, introducendo elementi di propedeutica musicale sin dalla classe prima e seconda. L’obiettivo principale è far sì che i ragazzi partecipino attivamente all’esperienza musicale, sia attraverso la pratica musicale che l’ascolto e la comprensione. Questo approccio valorizza la potenzialità linguistica, che contribuisce a una comprensione più approfondita della realtà e a un equilibrato sviluppo cognitivo ed emotivo.Il progetto è guidato dal riconoscimento dell’alto valore educativo dell’espressione artistica e della bellezza del processo creativo. In questo contesto, la musica rappresenta un universale umano, una forma di espressione e un codice comunicativo indiscusso.

progetto musica classe

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri