Mic, dal 5 luglio la carta annuale che permette ingresso illimitato nei musei di Roma con soli 5 euro

di redazione
ipsef

item-thumbnail

La Mic è la card annuale che dal 5 luglio i residenti, i domiciliati temporanei e gli studenti delle università di Roma potranno acquistare al prezzo di 5 euro per visitare più di 10 musei, oltre 20 mila opere residenti e una trentina di mostre temporanee solo nel 2018.

Quali i musei coinvolti

L’iniziativa è stata voluta da Roma Capitale e realizzata da Zétema Progetto Cultura, coinvolge Musei Capitolini, Centrale Montemartini, Mercati di Traiano e Museo dei Fori Imperiali, Museo di Roma in Palazzo Braschi, Museo di Roma in Trastevere, Museo dell’Ara Pacis, Musei di Villa Torlonia (Casino dei Principi, Casino Nobile, Casina delle Civette), Museo Civico di Zoologia, Galleria d’Arte Moderna.

Validità e accessi

Valida per 12 mesi dall’acquisto, la card darà accesso illimitato alle collezioni permanenti, permetterà di visitare le esposizioni temporanee programmate nel corso dell’anno (con l’esclusione delle mostre all’Ara Pacis e a Palazzo Braschi) e di partecipare gratuitamente a eventi, aperture straordinarie, visite guidate e attività didattiche normalmente incluse nel costo del biglietto di ingresso a ciascun museo.

In più offrirà agevolazioni per la visita ai Monumenti del Territorio, come il Foro di Cesare, il Ludus Magnus e il Fontanone del Gianicolo.

Dove si acquista

La card sarà nominativa e dovrà essere esibita insieme a un documento di riconoscimento, potrà essere acquistata direttamente presso i musei interessati, nei Tourist Infopoint Termini, Nazionale, Minghetti, Sonnino, Fori Imperiali, Navona, Castel Sant’Angelo, Ciampino Apt e Fiumicino Apt o sul sito www.museiincomuneroma.it con l’aggiunta di 1 euro di prevendita.

L’offerta della card si aggiunge alla possibilità di visitare alcuni musei romani già a ingresso completamente gratuito: il Museo Napoleonico, il Museo di Scultura Antica Giovanni Barracco, il Museo Carlo Bilotti – Aranciera di Villa Borghese, il Museo Pietro Canonica a Villa Borghese, il Museo delle Mura, la Casa Museo Alberto Moravia, il Museo della Repubblica Romana e della Memoria Garibaldina, la Villa di Massenzio e il Museo di Casal de’ Pazzi.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione