Argomenti Didattica

Tutti gli argomenti

La matematica in classe prima della scuola Primaria: un esempio di progettazione

WhatsApp
Telegram

La progettazione della disciplina della matematica, in una classe prima Primaria, avviene lungo il crinale delle “Competenze specifiche di matematica” e, nello specifico, per il Ciclo di Base, primo segmento (classi prime-quinte), a partire dalla competenza chiave europea che così recita nello specifico “La competenza matematica è l’abilità di sviluppare e applicare il pensiero matematico per risolvere una serie di problemi in situazioni quotidiane. Partendo da una solida padronanza delle competenze aritmetico – matematiche, l’accento è posto sugli aspetti del processo e dell’attività oltre che su quelli della conoscenza. La competenza matematica comporta, in misura variabile, la capacità e la disponibilità a usare modelli matematici di pensiero (pensiero logico e spaziale) e di presentazione (formule, modelli, schemi, grafici, rappresentazioni)”.

Nuclei tematici e indicatori di competenza

Sono quattro i Nuclei tematici che noi, qui, analizzeremo, e per i quali fisseremo gli “Indicatori di competenza” Eccoli, a seguire, nella loro enucleazione per l’intero segmento della Primaria.

  • Competenza numeri e calcolo: Padroneggiare abilità di calcolo orale e scritto con i numeri naturali Riconoscere, rappresentare e risolvere semplici problemi.
  • Competenza lo spazio e i suoi elementi: Riconoscere e rappresentare forme del piano e dello spazio, relazioni e strutture che si trovano in natura e che sono state create dall’uomo.
  • Competenza uso della misura: Confrontare, misurare, operare con grandezze e misure.
  • Competenza relazioni dati e previsioni: Classificare, mettere in relazione, raccogliere dati e raggrupparli con semplici rappresentazioni grafiche.

Nuclei tematici e relativi indicatori di competenza

A seguire i nuclei tematici e i relativi indicatori di competenza relativi alla classe prima della scuola Primaria e, nello specifico, alla disciplina: matematica.

Nucleo tematico: numeri

Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria: l’alunno:

  • si muove con sicurezza nel calcolo scritto e mentale con i numeri naturali e sa valutare.

Obiettivi d’apprendimento per il curricolo della classe 1ª

A seguire alcuni degli obiettivi di apprendimento per il curriculo della classe Prima che andremo a definire nella ben strutturata progettazione realizzata, con eccellente competenza, dai docenti di scuola Primaria dell’Istituto Comprensivo Statale “R. Nicodemi” di Fisciano (SA):

  • Istituire corrispondenza biunivoca tra gli elementi di due insiemi.
  • Riconoscere la numerosità di due insiemi attraverso corrispondenze tra gli elementi.
  • Stabilire la relazione “uno in più, uno in meno”.
  • Riconoscere la sequenza numerica da 1 a 10.
  • Confrontare quantità attraverso corrispondenze tra gli elementi.
  • Individuare il numero precedente e il numero successivo.
  • Utilizzare correttamente i termini “maggiore”, “minore”, “uguale”.
  • Operare con i numeri noti.
  • Associare il simbolo numerico alla quantità e viceversa.
  • Stabilire la relazione di corrispondenza biunivoca tra gli elementi di due insiemi.
  • Leggere e scrivere i numeri da 0 a 10.
  • Operare sulla linea dei numeri da 0 a 10.

Nucleo tematico: misure

Questi i traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria per il nucleo tematico misure. L’alunno:

  • utilizza i più comuni strumenti di misura.

Obiettivi d’apprendimento per il curricolo della classe 1ª del nucleo tematico: misure

A seguire alcuni degli obiettivi di apprendimento per il curriculo della classe Prima, nucleo tematico “misure” che andremo a verificare nella ben strutturata progettazione realizzata, argutamente, dai docenti dell’Istituto Comprensivo Statale “R. Nicodemi” di Fisciano (SA), diretto con grande competenza dal dirigente scolastico Dott.ssa Lucia Reggiani:

  • Individuare grandezze misurabili e effettuare confronti.
  • Effettuare cambi con il denaro corrente.
  • Stabilire una relazione d’ordine tra più elementi.
  • Misurare lunghezze con unità arbitrarie.
  • Conoscere e utilizzare il denaro.
  • Misurare pesi con unità arbitrarie.
  • Misurare capacità con unità arbitrarie.

Nucleo tematico: spazio e figure

A seguire i ben definiti traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria per il nucleo tematico: spazio e figure. L’alunno:

  • riconosce e rappresenta forme del piano e dello spazio, relazioni e strutture che si trovano in natura o che sono state create dall’uomo.

Obiettivi d’apprendimento per il curricolo della classe 1ª per il nucleo tematico: spazio e figure

Questi alcuni degli obiettivi d’apprendimento per il curricolo della classe 1ª per il nucleo tematico “spazio e figure”:

  • Riconoscere confini e regioni.
  • Riconoscere regione interna, esterna, confine.
  • Individuare linee intrecciate.
  • Classificare le linee.
  • Individuare e rappresentare con vettori il verso e la direzione di un percorso.

Nucleo tematico: relazioni, dati, previsioni 4

Ecco i traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria per il nucleo tematico: relazioni, dati, previsioni per come hanno previsto, egregiamente, nella progettazione realizzata, con spiccate competenze metodologiche e didattiche, dai docenti dell’Istituto Comprensivo Statale “R. Nicodemi” di Fisciano (SA).

L’alunno:

  • ricerca dati per ricavare informazioni e costruisce rappresentazioni (tabelle e grafici);
  • riesce a risolvere facili problemi in tutti gli ambiti di contenuto, mantenendo il controllo sia sul processo risolutivo sia sui risultati.

Obiettivi d’apprendimento per il curricolo della classe 1ª per il nucleo tematico: relazioni, dati, previsioni

Questi alcuni degli obiettivi d’apprendimento per il curricolo della classe 1ª per il nucleo tematico: relazioni, dati, previsioni:

  • Stabilire e riconoscere relazioni e rappresentarle in tabella.
  • Completare rappresentazioni di dati.
  • Individuare elementi con una caratteristica in comune.
  • Individuare elementi in base alla negazione di una caratteristica.
  • Classificare in base alla negazione di una caratteristica.
  • Comprendere il significato dei quantificatori.
  • Operare con insiemi eterogenei.
  • Individuare la relazione di appartenenza/non appartenenza.
  • Leggere, interpretare e analizzare dati statistici al fine di completare semplici istogrammi.

Valutazione

Le attività di verifica comuni saranno coordinate dai dipartimenti e proposte in ingresso, nella fase intermedia e nella fase finale a scadenza quadrimestrale. Gli esiti di tali verifiche – come specificano i docenti dell’Istituto Comprensivo Statale “R. Nicodemi” di Fisciano (SA) – sono registrati e documentati in apposite griglie di rilevazione, funzionali all’auto -valutazione d’istituto e alla valutazione dei processi di maturazione cognitiva e socio-affettiva espressa nel documento di valutazione. In tal modo si intende garantire un processo valutativo formativo e sommativo. In riferimento alla tipologia delle verifiche, è necessario avvalersi di prove oggettive e soggettive, nell’intento di rispondere ai vari stili di apprendimento e di valutare ad ampio raggio, conoscenze e abilità.

Progettazione matematica classe 1 – primaria

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur