La mamma chiede sulle classi pollaio, il ministro Bianchi risponde: “Non sono Harry Potter”. Poi sbatte la mano sul tavolo [VIDEO]

Stampa

Il ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, nell’ambito dell’intervento a La Repubblica, ha parlato anche di classi pollaio. Il ministro ha risposto, con tono deciso, alle sollecitazioni di una mamma che si lamentava del fatto che nella classe di suo figlio ci fossero 29 alunni.

“Classi pollaio? Io non sono né Harry Potter né Albus Silente, stiamo lavorando parlando con le scuole e gli uffici scolastici regionali, ci stiamo lavorando tutti insieme perché la teoria del ‘cosa fate voi’ ha sempre deresponsabilizzato tutti. La responsabilità politica è mia e me la sto prendendo, ma siamo arrivati da 5 mesi e abbiamo ereditato 30 anni di problemi. Ma, attenzione c’è anche il problema opposto, quello delle classi vuote. Ci sono comuni dove non si riescono a formare le classi prime”.

Poi aggiunge: “La legge per eliminare le cosiddette classi pollaio, si farà, la farà il Parlamento, il Ministero delle Finanze cerca le coperture. Sicuramente si farà. Il governo si è impegnato nel Pnrr sulla numerosità delle singole classi e sul dimensionamento degli edifici scolastici. È una delle riforme che ci è stata chiesta”.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur