La maestra con la sclerosi multipla messa in malattia d’ufficio: “A casa contro la mia volontà”

WhatsApp
Telegram

Una docente, originaria della Sardegna, su Facebook, scrive ai suoi alunni che non potrà più andare a scuola perché messa in malattia d’ufficio dall’istituto scolastico. 

La maestra, affetta da sclerosi multipla, non può camminare: “Esiste la legge 68 (categorie protette) e la 104 (agevolazioni sul lavoro) si può svolgere il proprio lavoro, ma siccome avere una disabilità è una colpa, contrariamente a quanto invece a scuola si insegna, vorrà dire che per ora la tremenda maestra con sclerosi multipla starà a casa anche se vorrebbe essere a scuola a lavorare con i suoi alunni”.

La maestra, dunque, dimostra una passione e un’abnegazione al lavoro davvero straordinarie, ma, per l’istituto scolastico, non poter camminare è limitante per la didattica, non può seguire gli alunni.

Ricordiamo che nella scuola, così come negli altri posti di lavoro l’articolo 3 della legge 68 del 1999, impone ai datori di lavoro, pubblici e privati, di avere a disposizione un certo numero di lavoratori inseriti nelle categorie protette, e quindi anche persone con disabilità.

Le categorie protette per i docenti con disabilità:

  • invalidi civili con percentuale minima di invalidità pari o superiore al 46%
  • invalidi del lavoro con percentuale minima di invalidità pari o superiore al 34%;
  • non vedenti (rientrano in tale categoria le persone colpite da cecità assoluta o con residuo visivo non superiore a 1/10 in entrambi gli occhi anche con correzione di lenti);
  • non udenti (persone colpite da sordità dalla nascita o prima dell’apprendimento della lingua parlata purché la sordità non sia di natura esclusivamente psichica o dipendente da causa di guerra, di lavoro o di servizio ai sensi della legge 381/70)
  • invalidi di guerra, invalidi civili di guerra, invalidi di servizio (T.U. pensioni di guerra – DPR 915/78 e successive modifiche).

WhatsApp
Telegram

TFA sostegno VIII ciclo 2023, diventa docente di sostegno: corso di preparazione, con simulatore per la preselettiva. 100 euro, a richiesta proroga di una settimana