La maestra Alessia ai suoi alunni: Vi porterò sempre dentro di me. Lettera

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Cari ragazzi e ragazze, vi chiamo così perché a breve avanzerete verso un nuovo percorso formativo, la secondaria di primo grado.

In questi quattro anni magnifici vissuti insieme, affrontando e aprendo sempre nuovi cassetti di conoscenze, ci siamo intrecciati di tante cose belle e nuove, creative e umane ma, non sono mancati i momenti difficili che abbiamo superato in condivisione e solidarietà e questo legame tra noi tutti ha reso la nostra comunità ricca di valori, valori finalizzati al bene comune.

Il vostro è un tessuto pieno di ricami che io tengo a definire preziosissimo che vi veste e vi racconta  e che vi  accompagnerà ovunque; in questo tessuto ognuno di voi ha aggiunto le proprie caratteristiche personali tale da renderlo unico e irripetibile.

Vi porterò sempre dentro di me, in quanto siete la mia parte bella e sensibile, disponibile all’altro,  pronta a mettersi in gioco in qualsiasi attività con gentilezza ed educazione, senza dubbi e incertezze… ogni cosa pensata dal profondo  del cuore senza mai offendere l’altro, il motivo per cui sieti IMPORTANTI .

Voi tutti con i vostri genitori vi siete messi in gioco e resi partecipi  e attivi in qualsiasi attività senza mai dubitare di noi come corpo docenti e di voi come alunni e figli.

Mi sarebbe piaciuto scrivere una lettera a ognuno di voi,  ma ne ho scritta una per tutti,  ed ho cercato di trovare le parole giuste , che vi uniformano nella vostra specialità, ed è la gioia di vivere, di essere aperti a qualsiasi tipo di conoscenza,  senza paura della diversità, di saper perdonare l’altro , senza portare rancore,  per questo motivo siete parte di me, quella parte che non potrò più cancellare perché voi tutti “alunni miei” ‘l’avete resa indelebile… e dal profondo del mio cuore,  spero che nel nuovo percorso,  ognuno di voi possa trovare il proprio equilibrio e che questo possa condurvi alla conquista del nuovo domani…. perché come  cari ragazzi e ragazze certe storie che contengono pazienza, perdono, gioia e amore  non finiscono mai.

CON AFFETTO LA MAESTRA ALESSIA
AI SUOI ALUNNI  STRAORDINARI

Versione stampabile
anief
soloformazione