La lingua italiana materia obbligatoria per la prima volta in Cile

di redazione
ipsef

item-thumbnail

A Chillán, capoluogo del Ñuble, 400 chilometri a sud di Santiago del Cile, la lingua italiana è diventata materia obbligatoria al Liceo República de Italia “Arturo Bonometti Broggie” per la prima volta in una scuola pubblica cilena.

In questo secondo semestre 2017, iniziano infatti in Cile le lezioni obbligatorie dal Pre-Kinder (scuola materna) fino alla quarta elementare. Contemporaneamente sono partiti i laboratori per le classi superiori.

E’ la prima scuola municipale del Cile ad inserire l’insegnamento della lingua italiana in modo obbligatorio e sistematico.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
voglioinsegnare