La lettera-testamento del docente agli studenti: “Ho sempre cercato di creare ascolto, l’amore vince la morte”

WhatsApp
Telegram

Ha destato commozione la scomparsa dell’insegnante Silvio Michieletto, 62 anni, che ha perso la battaglia contro una dolorosa malattia.

Il docente di religione, segnala il Corriere del Veneto, ha lasciato una lettera di commiato alle 21 classi in cui insegnava. Una missiva diretta agli studenti che si trasformano in un sentito messaggio di congedo alla vita.

“Io sento in me la danza della Vita e voglio invitarvi a danzare con me. Vi ringrazio del video che avete fatto, vi ringrazio per la vita che ci avete messo, che mi è arrivata tutta”, si legge.

E ancora: “Ho sempre cercato di stare al passo, di essere all’altezza, perché per me era ed è improntate creare un ambiente umano di ascolto e di comprensione. Così anche in questo momento invito tutti a danzare con me la danza della Vita, perché come dice il Cantico dei cantici “più forte della morte è l’amore e le grandi acque non prevarranno”‘.

La dirigente scolastica, in una nota sul sito ufficiale, racconta l’opera del docente: “Michieletto era un uomo carismatico, sensibile e capace di entrare nei cuori degli studenti. Silvio lascia un’importante testimonianza di vita in tutti i suoi allievi di ieri e di oggi che con amore ha aiutato a crescere e nei colleghi che hanno avuto modo di conoscerlo ed apprezzarlo in questi anni. L’affetto di tutti noi lo accompagni in questo suo nuovo viaggio”.

WhatsApp
Telegram

Diventa docente di sostegno, bando a breve: corso di preparazione, con simulatore per la preselettiva. 100 euro, scade oggi